1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari interrompe striscia positiva. Brillano Saipem e Ferragamo

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Piazza Affari ha chiuso in ribasso interrompendo una striscia positiva che durava da tre sedute innescata venerdì dai deboli dati sul mercato del lavoro Usa che hanno accresciuto le ipotesi di un ulteriore rinvio da parte della Fed nel rialzare i tassi. Nel pomeriggio il Fmi ha invitato la Banca centrale Usa ad attendere la ripresa dell’inflazione prima di mettere mano al costo del denaro. Ieri, invece, l’istituto di Washington aveva tagliato le stime di crescita mondiale per il 2015-2016 in scia alla caduta del petrolio e alla frenata dei mercati emergenti. In Germania dopo gli ordini di fabbrica anche la produzione industriale ha deluso le attese degli analisti mostrando ad agosto un calo dell’1,2 per cento. Da segnalare l’ennesima chiusura positiva per la Borsa di Tokyo (Nikkei +0,75%) con la Bank of Japan che ha confermato la sua politica monetaria. In questo quadro a Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha ceduto lo 0,79% a 22.007 punti.

L’ascesa delle quotazioni del petrolio ha sostenuto i titoli del settore oil, in particolare Saipem che mostrato un balzo del 7,80% a 8,70 euro. Oggi gli analisti di Morgan Stanley hanno confermato la raccomandazione overweight sul settore energetico. L’Energy Information Administration per il 2016 ha stimato una riduzione dell’eccesso di produzione nel 2016 in virtù dell’aumento della domanda globale, vista ai massimi a 6 anni, mentre la produzione dei paesi non Opec è vista in rallentamento. Nel comparto Eni ha guadagnato lo 0,52% a 15,28 euro, mentre Tenaris ha perso l’1,96% a 11,95 euro pagando la bocciatura a underweight da parte degli esperti di Credit Suisse. Tra le banche da segnalare gli acquisti su Banco Popolare (+1,63% a 13,66 euro), mentre Mps e Intesa hanno ceduto rispettivamente lo 0,40% a 1,712 euro e il 2,87% a 3,17 euro.

Brillante Ferragamo (+4,60% a 26,15 euro) sostenuta dalla promozione arrivata da Société Générale. Gli analisti della banca francese hanno alzato il giudizio sulla maison fiorentina del lusso a hold da precedente sell. Bene STM (+0,15% a 6,36 euro) in scia ai riscontri oltre le attese arrivati dalla coreana Samsung, che ha stimato per il terzo trimestre 2015 un balzo di quasi l’80% dell’utile operativo a 7.300 miliardi di won (circa 6,3 miliardi di dollari). Ben comprata FCA, che ha mostrato un progresso dell’1,40% a 12,95 euro, in scia alla buona intonazione del comparto europeo delle quattro ruote con l’indice STOXX Europe 600 Auto&Parts che è salito di oltre 2 punti percentuali.