1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari inizia male la settimana, Ftse Mib chiude con un calo dell’1%

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso in ribasso una seduta iniziata con il segno meno in scia ai deludenti dati cinesi. Nel primo trimestre del 2013 il Pil di Pechino è cresciuto del 7,7%, sotto le previsioni che indicavano un +8% dopo il +7,9% degli ultimi tre mesi del 2012. La produzione industriale cinese ha invece mostrato a marzo un incremento dell’8,9% contro attese che erano per un rialzo del 10,1%. Il caso di giornata è stato il crollo verticale dell’oro che in due sedute si è portato sui minimi da marzo 2011. Il listino milanese aveva provato a recuperare dopo i conti di Citigroup per poi ripiegare sul finale. Nel pomeriggio è arrivato il monito di Draghi alle banche. Il governatore della Bce ha dichiarato in un discorso ad Amsterdam che se gli istituti di credito non prestano soldi a tassi ragionevoli le conseguenze saranno gravi. In questo quadro a Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha ceduto lo 0,96% a 15.628 punti.

Telecom Italia ha lasciato sul parterre il 3,23% a 0,615 euro dopo una settimana trascorsa sotto i riflettori e culminata con il Cda che ha affidato al presidente Franco Bernabè il mandato per esplorare la possibile integrazione con 3Italia, controllata del colosso cinese Hutchinson Wampoa. Tra i peggiori di giornata Fiat, che ha ceduto il 4,21% a 4,048 euro, e Mediaset, che è arretrata del 2,76% a 1,655 euro. Tra le banche le vendite hanno colpito Unicredit (-1,26% a 3,454 euro) e Ubi Banca (-0,71% a 2,79 euro). In positivo sono invece finite Popolare di Milano (+2,54% a 0,524 euro), Intesa SanPaolo (+0,81% a 1,251 euro), Mediobanca (+1,38% a 4,42 euro) e Monte dei Paschi (+1,06% a 0,191 euro). Lottomatica ha mostrato un progresso del 2,26% a 18,59 euro dopo che nel fine settimana il New Jersey Treasury Department ha manifestato l’intenzione di stipulare un contratto con Northstar New Jersey Lottery Group per la fornitura di servizi di marketing e vendita a favore della New Jersey Lottery. Northstar NJ è una joint venture guidata da GTECH Corporation, controllata di Lottomatica.

Commenti dei Lettori
News Correlate

Gtech: il 7 aprile Igt sbarca sul Nyse

Gtech comunica che tutte le condizioni sospensive della fusione transfrontaliera con la società controllata di diritto inglese International Game Technology sono state soddisfatte. E’ quanto si legge in una nota. La fusione avrà effetto a decorrere da martedì 7 aprile e immediatamente dopo sarà completata l’acquisizione della società statunitense International Game Technology. In tale data […]

Gtech: Neil Abrams nominato General Counsel

Gtech ha annunciato che Neil Abrams è stato assunto in qualità di General Counsel, con la responsabilità di tutte le attività legali e di corporate governance e risponderà all’Executive Vice President e Chief financial officer, Alberto Fornaro. “La lunga esperienza maturata da Neil in IBM, unita al suo forte orientamento al cliente, assicureranno a Gtech […]

Gtech: riorganizzazione attività italiane, conferimenti a Lottomatica

Gtech, a completamento della già annunciata riorganizzazione delle attività italiane avviata il 17 dicembre scorso, ha conferito alla controllata totalitaria Lottomatica, con effetto dal 1° aprile, il ramo d’azienda inerente alla concessione per il gioco del Lotto, sottoscrivendo un aumento del capitale della conferitaria pari a 378 milioni di euro. Gtech ha successivamente conferito alla […]

Piazza Affari in rally, Ftse Mib chiude con un rialzo di oltre il 2%. Vola Telecom Italia

Piazza Affari ha chiuso in deciso rialzo in scia all’ottimismo di Mario Draghi che, in un intervento a Francoforte, ha dichiarato che la Bce riuscire l’intento di stabilizzare l’inflazione. Dichiarazioni che arrivano a 40 ore dall’avvio ufficiale del quantitative easing in salsa europea. Draghi ha inoltre fatto sapere che le nuove misure di politica monetaria […]