1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Piazza Affari in testa in Europa: Leonardo torna al dividendo e accende le contrattazioni, soffre Ferragamo

QUOTAZIONI Leonardo
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le piazze europee archiviano la seduta a poco più di un’ora dall’atteso comunicato Fed relativo alla decisione sui tassi d’interesse. Con il rialzo dei tassi di un quarto di punto (che porterebbe il costo del denaro Us nel range 0,75-1%) ormai prezzato da tutti gli analisti, l’attenzione sarà focalizzata soprattutto sui toni che Janet Yellen utilizzerà nel corso della conferenza stampa a seguire.

Nel frattempo i mercati hanno seguito da vicino la corsa elettorale olandese, che si concluderà alle 21 di questa sera. Domani mattina dunque i Paesi Bassi conosceranno il nome del vincitore.
In questo quadro Piazza Affari ha chiuso in rialzo dell’1,2% a 19.774,02 punti. Tante le storie societarie che hanno animato in principale listino italiano quest’oggi, per lo più legate alla diffusione dei conti trimestrali. Fra queste fa eco il ritorno alla distribuzione del dividendo di Leonardo, dopo ben 5 anni di digiuno per gli azionisti.

Il gruppo guidato da Maura Moretti ha festeggiato con un rialzo del +7,75% a 13,9 euro. La liquidità distribuita agli azionisti ordinari sarà pari a 0,41 euro per azione. Acquisiti a piene mani nel comparto finanziario con Unipol, +3,54% a 3,8 euro, a tirare le fila seguito a breve distanza da Banco Bpm, +2,62% a 2,58 euro.

Ben comprate le azioni FCA, +1,9% a 10,58 euro, dopo la “chiamata” da parte del Ceo di Volkswagen Matthias Muller, che a margine della presentazione dei conti ha detto “Non ho mai detto che in futuro un legame con un’altra casa non ci possa essere”. Dopo il deal concluso la scorsa settimana fra PSA-Opel sono tornate le speculazioni su un nuovo risiko che interessa l’intero comparto auto a livello globale.

La maglia nera di giornata và a Salvatore Ferragamo, -2,26% a 27,56 euro, perché secondo gli analisti il 2017 sarà un anno di transizione. “Il management non ha fornito le linee guida sul 2017 – spiegano gli esperti di Mediobanca Securities in un commento ai conti – il mercato chiede rassicurazioni sull’esercizio in corso”. Bassa visibilità sul 2017e cambiamenti ai vertici in vista: queste le principali cause che hanno portato diversi broker e analisti ad abbassare le valutazioni sull’azienda guidata dal Ceo Eraldo Poletto.

La dinamica seguita Ferragamo trascina un altro player della moda che corre sull’online, Yoox net-a-porter che quest’oggi ha arretrato dell’1,83 a 21,5 euro.