Piazza Affari in rosso, miste le altre borse europee

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ultima seduta della settimana in rosso per Piazza Affari che per il secondo giorno consecutivo si è confermata la peggiore tra le Borse europee condizionata dalla delicata situazione politica. Il Ftse Mib ha chiuso la settimana borsistica in calo dello 0,86% a quota 15.699 punti.
Cali marcati hanno caratterizzato Mediaset (-3,13%), Mediolanum (-3,08%) e A2A (-2,83%). In affanno anche i testimonial del settore bancario, i più penalizzati dal riacutizzarsi di incertezza politica e aumento dello spread. Sul fronte opposto ha ben figurato Fiat (+0,84%) nel giorno dell’annuncio di 1.500 licenziamenti in Polonia a seguito del forte calo della domanda di auto in Europa. Piatta Telecom Italia (-0,07%) all’indomani del cda che ha deliberato di dare mandato al management di verificare le condizioni per un’eventuale partecipazione della Cassa Depositi e Prestiti al capitale di una società da costituire per la gestione della rete d’accesso. Sul processo di cessione di Telecom Italia Media, il Cda ha esaminato le due offerte ricevute e ha dato mandato al management di negoziare delle condizioni migliorative al fine di presentare al Cda delle offerte vincolanti definitive.

Contrastate le altre borse eurpopee. Penalizzata Madrid con l’Ibex che ha perso lo 0,79%. Meno marcato il calo del Dax che ha ceduto lo 0,34% a 7.508,85 punti principalmente per la revisione al ribasso delle stime di crescita 2012-2013 operate da Bundesbank. Infine seduta piatta con una chiusura in rialzo dello 0,11% per Parigi, con il Cac40 che si è attestato a 3.605,61 punti.