Piazza Affari in netto rialzo, i conti di Ubs e Deutsche Bank spingono le banche

Inviato da Alberto Bolis il Mar, 27/07/2010 - 10:44
Piazza Affari viaggia in netto rialzo e il Ftse Mib torna sopra la soglia dei 21.000 punti. Un livello che non si vedeva dallo scorso 12 maggio. Il listino milanese beneficia della chiusura sui massimi di Wall Street, galvanizzata dal dato sulle vendite di nuove case a giugno, salite oltre le attese a +26,3%. Il rialzo degli indici americano non ha però dato forza alla piazza finanziaria nipponica, con l'indice Nikkei che ha terminato la seduta appena sotto la parità. In giornata il dato macro più importante sarà la fiducia dei consumatori statunitensi di luglio, che dovrebbe scendere leggermente a 51 punti dai 52,9 punti del mese precedente.

Sul paniere principale della Borsa di Milano sono ancora le banche a fare la parte del leone. Dopo la performance di ieri, grazie all'esito positivo degli stress test, questa mattina sono i conti di Ubs e Deutsche Bank a spingere al rialzo il settore. Nel secondo trimestre il colosso bancario tedesco ha realizzato utili per 1,2 miliardi di euro, in salita del 9% rispetto agli 1,1 miliardi dello stesso periodo dello scorso anno e oltre gli 1,05 miliardi indicati dal consensus. L'istituto di credito svizzero ha riportato nel secondo trimestre dell'anno un utile netto pari a 2,01 miliardi di franchi svizzeri (1,91 miliardi di dollari), dopo una perdita di 1,4 miliardi di franchi del corrispondente periodo del 2009. Il risultato è superiore alle stime degli analisti che indicavano 1,12 miliardi di franchi.

E così Unicredit guadagna il 3,79% a 2,12 euro, Intesa SanPaolo il 3,50% a 2,58 euro, Monte dei Paschi il 2,91% a 1,007 euro, Popolare di Milano il 2,75% a 4,01 euro, Banco Popolare il 2,25% a 4,89 euro, Ubi Banca il 2,11% a 8,21 euro. Tutti i titoli bancari del paniere principale stanno sovraperformando l'indice di riferimento Ftse Mib che avanza dell'1,37% a 21.101 punti.
COMMENTA LA NOTIZIA