1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari in netto rialzo: bene il comparto bancario, partita da oggi la sospensione di Bulgari -1

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta più che positiva per la Borsa di Milano che, in scia alle buone indicazioni macro provenienti da oltreoceano, ha toccato i massimi da quasi quattro settimane, superando quota 15 mila punti, livello che non vedeva dallo scorso 2 settembre.
Buone nuove anche dal fronte Europa: il Parlamento tedesco ha infatti dato il via libera al potenziamento del Fondo europeo salva-Stati (EFSF) da 250 a 440 miliardi di euro. Oggi è stato il giorno anche della maxi-emissione di titoli di stato per 7,85 miliardi di euro effettuata dal Tesoro italiano che ha evidenziato rendimenti in salita con quelli dei titoli decennali saliti ai massimi dall’introduzione dell’euro al 5,86 per cento. E così a Piazza Affari il Ftse Mib è avanzato del 2,07% a 15.046 punti mentre il Ftse All Share ha guadagnato l’1,71% a quota 15.786.
A trainare il listino meneghino è stato il comparto bancario con in testa Unicredit e Intesa SanPaolo che hanno mostrato rispettivamente un rialzo del 6,04% a 0,816 euro e del 5,88% a 1,225 euro. Positiva anche Bpm (+3,99% a 1,643 euro), su cui pende la decisione della Banca d’Italia sullo statuto del nuovo sistema duale. Indiscrezioni anche sul fronte aumento di capitale: tra i sottoscrittori spunterebbe anche il fondo Clessidra di Claudio Sposito. Bene anche Mps (+3,34% a 0,426 euro), Banco Popolare (+2,67% a 1,23 euro), Mediobanca (+1,76% a 6,08 euro). Pecora nera del settore Banca Popolare dell’Emilia Romagna, arretrata del 2,20% a quota 7,77. Oggi l’istituto di credito ha comunicato di aver temporaneamente sospeso l’iter dell’offerta pubblica di scambio in corso sulle sue controllate su richiesta di alcuni chiarimenti da parte della Consob.
Bene anche il comparto del risparmio gestito con Azimut e Mediolanum che hanno segnato un progresso rispettivamente del 2,29% a 5,37 euro e del 4,35% a 2,83 euro.