1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari in cerca di una direzione: Ftse Mib in leggero calo, Ferrari in evidenza in attesa del piano industriale

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo un avvio in leggero rialzo, Piazza Affari si muove sotto la parità. In particolare, l’indice Ftse Mib, che ieri ha riagganciato la soglia psicologica di 21mila punti, segna un modesto ribasso dello 0,03% a quota 21.104,75 punti. In Italia al centro dell’attenzione rimane il varo della legge di bilancio 2019, attesa per la prossima settimana. Ieri si è svolto il vertice a Palazzo Chigi. Al termine dell’incontro Luigi di Maio e Matteo Salvini hanno ribadito la volontà di rispettare il contratto di governo adottando scelte coraggiose, che potrebbero però scontrarsi con la linea più prudente del ministro dell’Economia, Giovanni Tria, che punterebbe a un rapporto deficit/Pil all’1,6%. Lato macro oggi si guarda agli aggiornamenti in arrivo dall’industria con il fatturato e gli ordini.

Tra i migliori del Ftse Mib, con un rialzo di oltre il 2% a quota 115,70 euro, Ferrari che oggi alzerà il velo sul nuovo piano strategico. Bene anche Leonardo e Telecom Italia con una crescita rispettivamente dello 0,88% e dello 0,69 per cento. Sul fondo del Ftse Mib i principali titoli del comparto bancario, tra cui Banca Generali, (-0,71%), Unicredit (-0,61%) e Intesa Sanpaolo (-0,60%).

Sui mercati internazionali resta in primo piano la questione commerciale. Ieri sera il presidente americano ha annunciato una nuova ondata di dazi sui prodotti importati dalla Cina, per 200 miliardi di dollari. I dazi entreranno in vigore il prossimo 24 settembre, stando alle indiscrezioni, e saranno inizialmente del 10%, per salire poi al 25% alla fine dell’anno.