1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Piazza Affari in calo con bancari ed energetici

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Prima parte di seduta negativa per le Borse europee, su cui pesa il ritracciamento delle commodity e l’assenza di nuovi catalizzatori in grado di agire da propellente come avvenuto nella seduta di ieri con il piano di stimolo cinese da 4 mila miliardi di yuan.


A Milano l’indice S&P/Mib cede l’1,78% a 21685 punti dopo essere arrivato anche il 2%, mentre il Mibtel arretra dell’1,44% a 16827 punti. Piazza Affari si muove in linea con gli altri listini europei.
In Italia e nel Vecchio continente i ribassi più consistenti sono segnati petroliferi, bancari e assicurativi. A Milano fanno male in particolare Ubi Banca, Intesa Sanpaolo, Unicredit e Fondiaria Sai, tutte con ribassi superiori ai 2 punti percentuali.

Le piazze europee seguono la scia delle Borse asiatiche, in ritracciamento dopo l’exploit di ieri, e di Wall Street, dopo che ieri si sono intensificati i timori per lo stato di salute finanziario di General Motors e dopo che uno dei più grandi gruppi della distribuzione di elettronica di consumo, Circuit City.