Piazza Affari ha chiuso in ribasso, male STM e Mediolanum. Positiva Mediaset

Inviato da Alberto Bolis il Ven, 10/10/2014 - 17:41
Quotazione: STMICROELECTRONICS
Quotazione: MEDIOLANUM
Quotazione: ENI
Quotazione: MEDIASET
Piazza Affari ha chiuso in ribasso ma lontano dai minimi toccati appena sopra la soglia psicologica dei 19.000 punti. Questa settimana l'incertezza è stata alimentata dai dati negativi arrivati dalla Germania e dal taglio delle stime sull'economia globale da parte del Fondo monetario. Seduta pesante per la Borsa di Francoforte con l'indice Dax scivolato ai minimi dell'ultimo anno. Da segnalare il tonfo del petrolio Wti che a New York è sceso sotto quota 85 dollari al barile. Questa mattina il Tesoro ha collocato Bot annuali per 8 miliardi di euro con richieste complessive per oltre 13,6 miliardi. Il rendimento è salito allo 0,301% dal minimo storico dello 0,271% della precedente asta. In questo quadro a Piazza Affari l'indice Ftse Mib ha chiuso con un ribasso dello 0,93% a 19.200 punti.

Tonfo di STM (-5,49% a 5,59 euro) in scia ai deboli numeri della rivale americana Microchip che ha fatto sapere che nel secondo trimestre dell'esercizio fiscale il giro d'affari si attesterà a 546,2 milioni di dollari, sotto le stime del mercato ferme a 567,9 milioni, a causa della debolezza del mercato cinese. Male anche Mediolanum (-3% a 5,005 euro) dopo che Fininvest, come conseguenza delle disposizioni di Banca d'Italia e Ivass, dovrà dismettere la partecipazione eccedente il 9,9% detenuta nel gruppo di Ennio Doris. Eni ha ceduto il 2,29% a 16,61 euro in scia alle notizie riportate dal Financial Times riguardo al giacimento Kashagan. Fiat ha chiuso l'ultima seduta a Piazza Affari con un ribasso del 2,11% a 6,94 euro. Dalle 15:45 di lunedì vedrà la luce a Piazza Affari il titolo FCA che, alle ore 9:30 locali, debutterà anche a Wall Street. Mediaset (+1,05% a 2,69 euro) e Telecom Italia (-0,54% a 0,827 euro) sotto i riflettori. Secondo Il Sole 24 Ore circolerebbe un dossier su una possibile alleanza Mediaset-Telecom Italia che passerebbe attraverso il conferimento di Mediaset Premium nell'ex monopolista delle telecomunicazioni in cambio dell'8% della società. Tra le banche gli acquisti hanno prevalso su Banco Popolare (+2,41% a 11,46 euro) e Ubi Banca (+0,49% a 6,06 euro). In negativo sono invece finite Montepaschi (-1,87% a 0,997 euro), Unicredit (-0,59% a 5,80 euro), Intesa SanPaolo (-0,18% a 2,206 euro) e Mediobanca (-0,15% a 6,48 euro).
COMMENTA LA NOTIZIA