Piazza Affari guarda alla Bce, rally di Mediaset su interesse Telefonica per quota Digital Plus

Inviato da Titta Ferraro il Gio, 05/06/2014 - 10:20
Mercati in surplace nel d-day della Bce. In attesa di vedere le decisioni che verranno prese oggi dal meeting dell'Eurotower, che con ogni probabilità apporterà un taglio dei tassi per contrastare le pressioni deflattive, Piazza Affari viaggia in lieve rialzo dopo la chiusura debole della vigilia. L'indice Ftse Mib sale dello 0,22% a quota 21.673 punti. 

Le attese del mercato sono per un taglio del refi rate di almeno 10 punti base. Primo taglio del 2014 (l'ultimo risale al novembre dello scorso anno) portando anche il tasso sui depositi in negativo per la prima volta nella storia. Non sono escluse altre misure a partire già da oggi: un'operazione di rifinanziamento pluriennale condizionata all'erogazione di nuovi prestiti, sospensione della sterilizzazione dell'SMP, annuncio di un piccolo programma di acquisto di ABS da attivarsi eventualmente nei prossimi mesi. "Il mercato sembra attendersi qualcosa di più rispetto al taglio di refi e tasso sui depositi", rimarca oggi l'Ufficio Studi di Intesa sanpaolo.

Mediaset in corsa, Telefonica interessata al 22% di Digital Plus 
Rally a Milano per il titolo Mediaset che avanza di oltre il 3% a quota 3,63 euro. A dare sprint al titolo del gruppo media che fa capo alla famiglia Berlusconi sono le nuove indiscrezioni relative al digitale terrestre. Secondo quanto riportato ieri sera da Bloomberg, Telefonica sarebbe pronta a offrire 350 milioni di euro per il 22% di Distribuidora de Television Digital (Dts), società spagnola che controlla Digital Plus. 

Il gruppo guidato da Cesar Alierta a inizio settimana ha siglato un accordo con Prisa per l'acquisto del 56% di Digital Plus per 750 milioni di euro salendo così al 78% della tv digitale iberica. L'offerta per la quota di Mediaset sarebbe quindi a premio di oltre il 19% rispetto a quanto pagato per la quota di Prisa. 

COMMENTA LA NOTIZIA