Piazza Affari: forti acquisti sulle big bancarie, lettera su Banco Popolare e Ubi -1-

Inviato da Titta Ferraro il Lun, 16/03/2009 - 17:45
A guidare l'ascesa del listino milanese sono stati principalmente i titoli delle due big bancarie (+5,86% Unicredit e +5,21% Intesa Sanpaolo), coadiuvate da Atlantia (+7,44%), Italcementi (+ 8,48%) e Buzzi (+7,22%). Tra i bancari si sono mosse in controtendenza invece Banco Popolare (-10,16% a 2,21 euro) e Ubi Banca (-5,67% a 7,075 euro). La prima ha pagato l'annuncio del lancio di un'Opa totalitaria sul capitale non posseduto di Banca Italease che invece ha chiuso in forte rialzo per allinearsi al prezzo dell'offerta pari a 1,5 euro per azione. Gli operatori di mercato hanno sottolineato l'onerosità di una complessa operazione di salvataggio dell'istituto di leasing da parte dei principali soci, e in primo luogo dell'azionista di riferimento Banco Popolare. Gli analisti di Credit Suisse hanno ritoccato al ribasso da 4,8 a 2,5 euro il prezzo obiettivo calcolato per Banco Popolare, confermando nel contempo la raccomandazione "underperform" a seguito del forte peggioramento della qualità degli asset della controllata Banca Italease. Ubi Banca è invece stata presa di mira dagli analisti: Nomura ha tagliato il prezzo obiettivo a 8,7 euro dai 10,9 euro precedentemente indicati; Ubs ha a sua volta ridotto il prezzo obiettivo a 8 da 10,5 euro con raccomandazione "neutral".
COMMENTA LA NOTIZIA