Piazza Affari: Equita conferma visione positiva, aumenta l'appeal su ciclici e finanziari

Inviato da Alberto Bolis il Mar, 01/04/2014 - 11:15
L'inizio di 2014 brillante di Piazza Affari non fa cambiare idea agli analisti di Equita, che nel loro "Monthly report" hanno confermato la view positiva sul mercato azionario. Da inizio anno l'indice Ftse Mib ha messo a segno un rialzo di circa 15 punti percentuali portandosi di slancio sopra la soglia dei 21.000 punti, livello massimo da maggio del 2011. "La ripresa economica in Europa sta gradualmente consolidandosi e questo, associato col calo marcato del tasso sul Btp decennale, aumenta l'appeal dei settori a maggiore leva come ciclici e finanziari", spiegano gli esperti della sim milanese.

Equita ricorda come nella Periferia dell'Eurozona, come è emerso con chiarezza durante la crisi del 2010-2012, la correlazione tra spread, investimenti delle aziende e consumi delle famiglie è assai elevata, "tanto che lo spread ha correttamente anticipato la recessione e indotto gli investitori ad uscire da quei mercati". Gli analisi pensano "che lo stesso processo sia in corso ora che lo spread è in forte contrazione e quindi ci aspettiamo un circolo virtuoso di forza e durata superiore alle previsioni".

Gli esperti sottolineano inoltre che la fine del superciclo delle commodities "è una notizia positiva per l'Italia che, tra tutti i Paesi sviluppati, ha la maggiore incidenza delle importazioni di materie prime sul Pil". Infine Equita si sofferma anche sul nuovo Governo guidato da Matteo Renzi e in particolare sulle riforme annunciate dal premier. "Nessuno dà credito a Renzi ma questo rappresenta un aspetto positivo perché una realizzazione anche parziale dei suoi obiettivi non è scontata e migliorerebbe la percezione del rischio Italia".
COMMENTA LA NOTIZIA