1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari dimentica gli attentati di Londra

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ci hanno messo davvero poco i mercati azionari internazionali a riprendersi dallo shock per gli attentati di Londra. A dire il vero, erano già più sereni il giorno stesso, giovedì 7 luglio, poiché già nel pomeriggio avevano ridotto le perdite. Questo venerdì è stato archiviato dal listino milanese, così come dalle altre Borse europee, all’insegna dell’ottimismo: il Mibtel ha guadagnato l’1,73% a 25.056 punti a punti e l’S&P/MIb ha fatto registrare un progresso dell’1,81% a 32.769 punti. “Lo shock seguito all’attentato di Londra è stato prontamente riassorbito dai mercati finanziari, con le principali piazze finanziarie che sono riuscite a recuperare in finale di settimana le perdite subite nella mattina di giovedì. I trend di fondo sono dunque rimasti invariati: il petrolio che prosegue la corsa al rialzo e le borse europee tracciano in prossimità dei massimi dell’anno”. Ecco il quadro tratteggiato dagli economisti della divisione Wholesale & International Banking di Bnl. “Per quanto riguarda i listini azionari, l’avvio del terzo trimestre, il continuo rialzo del greggio e gli attentati di Londra hanno dato vita ad importanti movimenti di riallocazione di portafoglio”, proseguono gli analisti della banca romana, che si concentrano sull’andamento di Piazza Affari e sottolineano che “il mercato italiano ha violentemente reagito alle notizie dell’attentato inglese, con i corsi che in poche ore hanno perso quanto guadagnato nel movimento di rialzo avviato dai minimi del 23 maggio”. “La successiva reazione”, tranquillizzano però gli esperti della divisione Wholesale & International Banking di Bnl “sembra comunque allontanare i rischi di un ulteriore ribasso, rafforzando l’ipotesi per una fase di consolidamento sui livelli attuali”.