Piazza Affari chiude sulla parità, bene Atlantia e Impregilo -2-

Inviato da Redazione il Gio, 17/06/2010 - 17:50
Quotazione: UNICREDIT GROUP
Quotazione: INTESA SAN PAOLO
Quotazione: UBI BANCA
Il settore bancario è finito sotto la lente di Exane. Gli analisti dell'istituto francese, in un report sulle banche italiane, hanno alzato la raccomandazione sul titolo Unicredit da neutral a outperform, portando il target price a 2,4 euro da 1,88 euro. "Noi crediamo che Unicredit offra il migliore mix geografico: esposizione ai Paesi europei in rapida crescita, scarsa dipendenza dall'Italia e un'impronta in Germania che rappresenta un vantaggio con l'euro così debole", hanno scritto gli esperti. A Piazza Affari il titolo dell'istituto di piazza Cordusio ha guadagnato lo 0,80% a 1,892 euro.

Gli analisti di Exane hanno invece tagliato la raccomandazione su Ubi Banca da neutral a underperform (tp da 9,10 a 7,60 euro) e sulla Popolare di Milano da outperform a neutral (tp da 5 a 4,20 euro). "Le banche domestiche con una scarsa diversificazione geografica sono quelle più colpite dai nostri tagli di Eps", hanno scritto gli esperti. Exane ha infatti ridotto drasticamente le stime di Eps su Ubi (-32% nel 2010 e -29% nel 2011) e su Bpm (-16% nel 2010 e -37% nel 2011). In Borsa Ubi Banca ha ceduto lo 0,54% a 7,41 euro, mentre la Popolare di Milano è arretrata dell'1,24% a 3,57 euro. Intesa SanPaolo ha ceduto lo 0,11% a 2,302 euro, Monte dei Paschi lo 0,57% a 0,958 euro, Banco Popolare lo 0,59% a 4,647 euro. Positiva invece Mediobanca (+0,47% a 6,42 euro).
COMMENTA LA NOTIZIA