Piazza Affari chiude sui massimi di seduta

Inviato da Redazione il Gio, 08/03/2007 - 18:02
Nel giorno in cui la Bce ha deciso di portare il costo del denaro in Eurolandia al 3,75%, l'azionario europeo ha cavalcato il ritorno di fiducia derivante soprattutto dal balzo dei mercati asiatici, e Piazza Affari non è stata da meno. A fine giornata l'S&P/Mib ha fermato le lancette a 40897 punti, in progresso dell'1,31%. Sulla stessa lunghezza d'onda il Mibtel (+1,3%).
Fermento sui titoli delle principali banche popolari del listino milanese, tra i migliori performer di giornata. All'interno del parterre di Piazza Affari si sono distinte in positivo soprattutto Bpvn e Bpi con rialzi superiori ai 3 punti percentuali. Si avvicina per le due popolari l'appuntamento con il sì definitivo alle nozze che porteranno alla costituzione del Banco Popolare. E' prevista infatti per sabato 10 marzo l'assemblea dei soci di Bpi, chiamata ad esprimersi sull'aggregazione con l'istituto guidato da Fabio Innocenzi. Intanto oggi la banca d'affari Hsbc ha alzato il rating sulla Bpi a "overweight" con prezzo obiettivo a 12 euro. Tra le altre popolari ha ripreso vigore anche Bpm (+3,17%) dopo la negatività degli scorsi giorni susseguente alla conferma dell'intenzione di portare avanti la trattativa per l'aggregazione con la Popolare Emilia Romagna. Giornata ricca di acquisti anche per St Microelectronics (+2,59%) che ha beneficiato della conferma di fiducia arrivata da Jp Morgan. La casa d'affari statunitense ha infatti reiterato il giudizio outperform con prezzo obiettivo a 20 euro.
Tra le poche note stonate di giornata Italcementi (-0,35%) che ha diffuso in mattinata i risultati 2006 che sono stati lievemente sotto le attese.
Tra le mid cap è proseguita la corsa al rialzo di Piaggio (+2,70%), che si è riportata nei pressi dei massimi assoluti sfruttando l'avvio della copertura sul titolo Piaggio da parte di Exane. La banca d'affari transalpina ha indicato un prezzo obiettivo di 4 euro, con rating "outperform".

COMMENTA LA NOTIZIA