1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude sotto la parità una seduta altalenante -1-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso sotto la parità una seduta caratterizzata da numerosi cambi di direzione. A pesare sui primi scambi di giornata il downgrade di Fitch sull’Irlanda (da Aa1 ad Aa2) e lo stop delle trattative del Fondo Monetario Internazionale e dell’Unione Europea con l’Ungheria per la concessione di un piano di aiuti finanziari da 20 miliardi di euro. I funzionari del Fmi e della Ue hanno evidenziato che il Governo magiaro dovrà intervenire in modo più radicale per ridurre il proprio deficit e garantire maggiore rigore nei conti pubblici. Nel primo pomeriggio il listino meneghino ha rialzato la testa, arrivando a guadagnare quasi 1 punto percentuale, ma come al solito è arrivato l’ennesimo deludente dato americano (l’indice dei costruttori edili NAHB) a raffreddare gli entusiasmi. E così il Ftse Mib ha ceduto lo 0,22% a 20.117 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato dello 0,22% a quota 20.617.

Banche sotto i riflettori nella settimana che porterà venerdì alla pubblicazione degli stress test. Tra le storie da segnalare quella della Popolare di Milano (+0,88% a 3,73 euro). Secondo voci di mercato starebbero proseguendo le trattative per l’aggregazione tra Anima Sgr, che fa capo al gruppo Bpm, e Prima SGR, che fa capo a Clessidra e Mps, in un unico polo di asset management con circa 35 miliardi di attività in gestione. Secondo fonti di stampa, si starebbe studiando un complesso percorso che prevede la creazione di una holding di nuova costituzione, cui sarebbero conferite le due società. Un meccanismo che consentirebbe a Bpm di contabilizzare una plusvalenza nell’ordine di 100 milioni di euro già entro la fine del 2010. Tra gli altri titoli del settore Intesa SanPaolo ha ceduto l’1,67% a 2,352 euro, Unicredit lo 0,70% a 1,984 euro, Banco Popolare l’1,10% a 4,51 euro, Monte dei Paschi lo 0,05% a 0,943 euro. In positivo invece Ubi Banca (+0,64% a 7,88 euro).