Piazza Affari chiude sotto la parità, Fiat Spa brilla grazie ai conti di Chrysler -1-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso la seduta sotto la parità, in una seduta caratterizzata da scambi sottili a causa della chiusura della piazza londinese. La morte di Bin Laden, annunciata dall’amministrazione Usa nella prima mattinata italiana, ha spinto questa mattina il petrolio a 112 dollari al barile. Un effetto svanito già nel pomeriggio con il greggio tornato sopra quota 114 dollari al barile. A livello macro, negli Stati Uniti l’Ism manifatturiero di aprile si è attestato a 60,4 punti, meglio delle attese che indicavano 59,6 punti. Da segnalare il Nikkei tornato sopra i 10.000 punti, un livello che non vedeva dallo scorso 11 marzo, ovvero dal giorno del terribile terremoto che ha devastato il Giappone. In questo quadro a Piazza Affari il Ftse Mib ha ceduto lo 0,09% a 22.397 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato a dello 0,08% a quota 23.111.

Fiat Spa ha svettato sul paniere principale con un balzo del 3,89% a 7,48 euro, accelerando al rialzo dopo la pubblicazione dei conti di Chrysler. La controllata americana del Lingotto ha annunciato di aver riportato il primo utile netto da quando la società ha iniziato a operare nel giugno 2009 dopo la bancarotta, precisando che l’utile operativo è risultato pari 477 milioni di dollari contro i 143 milioni di dollari dello stesso periodo dell’anno precedente. Resta alta l’attenzione su Parmalat (+0,23% a 2,56 euro) alla vigilia del Cda del gruppo di Collecchio che dovrà dire la sua sull’Opa di Lactalis. Enel (+0,04% a 4,816 euro) si prepara ad affrontare la sfida della razionalizzazione della struttura societaria. Durante l’assemblea per l’approvazione del bilancio 2010, l’Ad Fulvio Conti ha confermato che il colosso elettrico resta potenzialmente interessato ad una razionalizzazione della struttura societaria che, soprattutto per quanto riguarda Endesa, ha una serie intricata di partecipazioni e holding di controllo.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Borse europee caute, indicazioni deludenti dal Pil a stelle e strisce

Chiusura di settimana all’insegna della debolezza per le borse europee. A Londra il Ftse100 ha terminato a 7.203,94 punti, lo 0,46% in meno rispetto al dato precedente, il Dax si è fermato a 12.438,01 (-0,05%) e il Cac40 a 5.267,33 (-0,08%). Sopra la…

USA

Wall Street si muove incerta dopo dato deludente Pil

Wall Street si muove incerta dopo il deludente dato sul Pil che nel primo trimestre è cresciuto al ritmo più debole degli ultimi tre anni. L’indice Dow Jones scivola dello 0,12%, l’S&P500 segna un -0,06% e il Nasdaq sale dello 0,08%. …

Borse europee aprono poco mosse all’indomani della Bce

Le Borse europee hanno aperto poco mosse all’indomani della Bce che ha confermato la sua politica monetaria. Dall’Eurotower non sono arrivati per la verità spunti di rilievo in vista dell’incontro dell’8 giugno in cui saranno presentate le previsioni…

Borsa di Tokyo chiude in moderato calo

La Borsa di Tokyo ha chiuso in moderato calo, con gli investitori che si muovono più cauti dopo l’euforia di inizio settimana. L’indice Nikkei ha terminato in ribasso dello 0,29%, a 19.196,74 punti e il Topix ha ceduto lo 0,32% a 1.531,80 punti. Dive…