1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude la seduta poco mossa, tonfo di Italcementi -1-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso poco mossa la prima seduta della settimana, che avrà come appuntamento principale il G20 di Seul. Il meeting coreano, in programma giovedì e venerdì, si preannuncia abbastanza rovente dopo le dure critiche rivolte alla Federal Reserve da parte della Cina e dell’Eurogruppo. Sul fronte macro, a settembre è rallentata a sorpresa la produzione industriale tedesca: -0,8% contro attese che indicavano un rialzo dello 0,4%. In un clima di generale cautela, a Piazza Affari il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,16% a 21.228 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato dello 0,01% a quota 21.812.

Inizio di settimana in rosso per i titoli del cemento: Italcementi è scivolata sul fondo del paniere principale con un ribasso del 3,52% a 6,03 euro, Buzzi Unicem ha ceduto l’1,21% a 8,57 euro. A pesare i deboli risultati di Italcementi e Dickerhoff, la controllata tedesca di Buzzi. Venerdì sera, a mercato chiuso, il gruppo della famiglia Pesenti ha diffuso i conti dei primi nove mesi dell’anno: i ricavi sono scesi del 4,7% a 3,66 miliardi di euro, mentre il risultato di periodo è diminuito del 39,7% a 133,4 milioni. Questa mattina, Dickerhoff, ha annunciato che l’utile netto nei primi nove mesi del 2010 è passato da 96 a 50 milioni di euro e che per l’intero esercizio di aspetta “un notevole peggioramento dell’utile ante imposte e dell’utile netto consolidato”. Mediaset è finita nelle retrovie del Ftse Mib con un ribasso dell’1,69% a 5,25 euro. Alla vigilia dei conti, i broker hanno cominciato a tirare le somme sul gruppo di Cologno Monzese.