Piazza Affari chiude la seduta poco mossa, tonfo di Italcementi -1-

Inviato da Redazione il Lun, 08/11/2010 - 17:46
La Borsa di Milano ha chiuso poco mossa la prima seduta della settimana, che avrà come appuntamento principale il G20 di Seul. Il meeting coreano, in programma giovedì e venerdì, si preannuncia abbastanza rovente dopo le dure critiche rivolte alla Federal Reserve da parte della Cina e dell'Eurogruppo. Sul fronte macro, a settembre è rallentata a sorpresa la produzione industriale tedesca: -0,8% contro attese che indicavano un rialzo dello 0,4%. In un clima di generale cautela, a Piazza Affari il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,16% a 21.228 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato dello 0,01% a quota 21.812.

Inizio di settimana in rosso per i titoli del cemento: Italcementi è scivolata sul fondo del paniere principale con un ribasso del 3,52% a 6,03 euro, Buzzi Unicem ha ceduto l'1,21% a 8,57 euro. A pesare i deboli risultati di Italcementi e Dickerhoff, la controllata tedesca di Buzzi. Venerdì sera, a mercato chiuso, il gruppo della famiglia Pesenti ha diffuso i conti dei primi nove mesi dell'anno: i ricavi sono scesi del 4,7% a 3,66 miliardi di euro, mentre il risultato di periodo è diminuito del 39,7% a 133,4 milioni. Questa mattina, Dickerhoff, ha annunciato che l'utile netto nei primi nove mesi del 2010 è passato da 96 a 50 milioni di euro e che per l'intero esercizio di aspetta "un notevole peggioramento dell'utile ante imposte e dell'utile netto consolidato". Mediaset è finita nelle retrovie del Ftse Mib con un ribasso dell'1,69% a 5,25 euro. Alla vigilia dei conti, i broker hanno cominciato a tirare le somme sul gruppo di Cologno Monzese.
COMMENTA LA NOTIZIA