Piazza Affari chiude la seduta in ribasso ma il 2012 è positivo

Inviato da Flavia Scarano il Ven, 28/12/2012 - 17:45
La Borsa di Milano ha chiuso l'ultima seduta del 2012 in rosso ma mette in archivio un bilancio annuale positivo. Secondo quanto comunicato da Borsa Italiana su dati aggiornati al 21 dicembre, il Ftse Mib Storico ha registrato un progresso del 9,79% rispetto a fine 2011 con la capitalizzazione complessiva salita a 364,1 miliardi di euro pari al 22,5% del Pil. Piazza Affari ha risentito ancora dell'incognita fiscal cliff Usa. A Piazza Affari il Ftse Mib ha mostrato un calo dello 0,82% a a 16.273,38 punti e il Ftse All Share si è attestato a quota 17.175,35 in flessione dello 0,80%.

In rosso Unicredit (-1,07% a 3,706 euro), il cui titolo secondo i dati di Borsa Italiana è stato il più scambiato del 2012. Giù le altre azioni del comparto bancario: dello 0,51% a 3,506 euro Ubi Banca, dello 0,17% a 4,662 euro Mediobanca, dello 0,90% a 0,452 euro Popolare di Milano, dello 0,29% a 5,23 euro Bper, dello 0,55% a 1,258 euro Banco Popolare e dello 0,99% a 1,30 euro Intesa Sanpaolo. In controtendenza Monte dei Paschi che ha guadagnato lo 0,67% a 0,2257 euro.Debole Enel che ha chiuso in ribasso dell'1,81% a 3,138 euro. Negativa Impregilo (-0,67% a 3,534 euro) dopo uno sprint iniziale in scia alla notizia giunta ieri del perfezionamento della cessione a Primav del 19% del capitale sociale di Ecorodovias.
COMMENTA LA NOTIZIA