Piazza Affari chiude positiva, Ftse Mib torna sopra quota 20.000 punti -1-

Inviato da Redazione il Lun, 23/08/2010 - 17:48
Quotazione: MEDIOLANUM
Quotazione: UNICREDIT GROUP
Quotazione: INTESA SAN PAOLO
Quotazione: AZIMUT
La Borsa di Milano ha chiuso in territorio positivo la prima seduta della settimana, riducendo però i guadagni sul finale sulla scia della debolezza di Wall Street. L'indice guida di Piazza Affari, infatti, era arrivato a toccare quota 20.260 punti. A spingere il listino l'indice della fiducia dei consumatori della zona euro, migliorato ad agosto a -12 punti dai precedenti -14 punti, e il rinnovato fermento sul fronte M&A con Hsbc interessata al 70% della sudafricana Nedbank e il colosso SabMiller pronto a mettere le mani sull'australiana Foster's. E così a Piazza Affari il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,70% a 20.010 punti, mentre il Ftse All Share è avanzato dello 0,71% a quota 20.542.

Intesa SanPaolo (+2,01% a 2,28 euro) ha guidato la riscossa del comparto bancario a Piazza Affari dopo aver perso oltre il 5% nelle ultime tre sedute. Per l'istituto guidato da Corrado Passera il 27 agosto sarà giorno di risultati, con una previsione sull'utile trimestrale da parte degli analisti di 1,03 miliardi di euro, contro i 513 milioni dello stesso periodo dello scorso anno, grazie anche alla cessione di Banca Depositaria per 740 milioni di euro all'americana State Street. Tra le altre banche che pubblicheranno i conti questa settimana Ubi Banca ha guadagnato l'1,32% a 7,28 euro, Banco Popolare lo 0,17% a 4,52 euro, Popolare di Milano lo 0,90% a 3,64 euro, Monte dei Paschi lo 0,65% a 0,929 euro. Bene anche Unicredit (+0,77% a 1,95 euro) e le società attive nel risparmio gestito come Azimut (+1,16% a 6,95 euro) e Mediolanum (+0,51% a 2,97 euro). Il numero uno di Mediolanum, Ennio Doris, ha dichiarato di aver preso in considerazione i dossier di due realtà italiane.
COMMENTA LA NOTIZIA