Piazza Affari chiude poco mossa, vola Lottomatica. Debole Telecom alla vigilia dell'assemblea -1-

Inviato da Alberto Bolis il Lun, 11/04/2011 - 17:44
La Borsa di Milano ha chiuso in lieve ribasso in una seduta priva di spunti macro significativi in arrivo dagli Stati Uniti. Gli investitori stanno aspettando l'inizio della "earning season" Usa con i conti di Alcoa che verranno diffusi a mercati chiusi. Per il momento, tutti sembrano concordi nel dire che la crescita ci sarà, ma sarà inferiore ai trimestri precedenti. Sul fronte europeo, Domani i rappresentanti del Fondo monetario internazionale, della Bce e della Commissione Europea arriveranno a Lisbona per iniziare a negoziare il piano di aiuti al Portogallo da 80 miliardi di euro. In questo quadro a Piazza Affari il Ftse Mib ha ceduto lo 0,10% a 22.365 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato dello 0,12% a quota 23.065.

Lottomatica ha mostrato un balzo del 6,75% a 14,24 euro in scia ai giudizi positivi dei broker. Gli esperti del Credit Suisse hanno portato il target price a 16,5 da 13,3 euro, ribadendo il giudizio outperform, mentre Deutsche Bank ha alzato il target a 16,6 da 15 euro. Anche Equita ha rimesso mano alla valutazione sul gruppo del Lotto, rivedendo il prezzo obiettivo a 15,3 da 13,5 euro. "In questo avvio del 2011 sono emersi diversi elementi positivi che ci portano a rivedere la stima di Ebitda di circa 50 milioni a 903 milioni, 5% sopra la guidance (850-865 milioni) e il consensus", si legge nel report. Settore bancario ancora sotto i riflettori. Il Monte dei Paschi ha convocato a sorpresa un Cda con all'ordine del giorno il tema della ricapitalizzazione. La scorsa settimana i broker non hanno mostrato dubbi: l'istituto senese ha bisogno di capitali freschi per 1,5-2 miliardi di euro. "L'ammontare sembrerebbe anche maggiore di 2 miliardi di euro", ha azzardato un analista di una primaria banca italiana contattato da questa testata. A Piazza Affari il titolo Mps sembra aver già scontato la notizia e ha guadagnato l'1,45% a 0,944 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA