1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude poco mossa, positiva Telecom Italia. Vendite su Fiat

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Piazza Affari ha chiuso poco mossa in un clima più disteso in scia all’allentamento delle tensioni geopolitiche, in particolare quelle tra Russia e Ucraina e in Iraq. Il listino milanese però è rimasto indietro rispetto agli altri indici europei e alle Borse internazionali: a Wall Street il Nasdaq viaggia sui massimi dal 2000, mentre a Tokyo il Nikkei si è portato in area 15.500 punti. La settimana entrerà nel vivo domani quando saranno pubblicati i verbali dell’ultima riunione del Fomc, il braccio operativo della Federal Reserve. Inoltre riflettori accesi da giovedì 21 a sabato 23 a Jackson Hole dove è in programma l’annuale simposio dei banchieri centrali. Il discorso più atteso sarà quello di Janet Yellen, la numero uno della Fed. In questo quadro a Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha chiuso con un rialzo frazionale dello 0,02% a 19.644 punti.

Contrastato i titoli del comparto bancario: Montepaschi ha guadagnato lo 0,95% a 1,054 euro, Intesa SanPaolo lo 0,27% a 2,162 euro, Mediobanca l’1,26% a 6,39 euro, Unicredit lo 0,62% a 5,635 euro. In territorio negativo sono finite Banco Popolare (-2,65% a 10,99 euro) e Popolare di Milano (-1,61% a 0,549 euro). Male Fiat (-2,90% a 7,175 euro) in scia ad un report di Credit Suisse che ha avviato la copertura sul titolo del Lingotto con giudizio underperform e target price a 6 euro. Positiva Telecom Italia (+1,41% a 0,821 euro) in scia alle nuove indiscrezioni di stampa sul piano dell’Ad Marco Patuano per far entrare Vivendi nel capitale come “socio di riferimento” e per integrare Tim Brasil con Gvt. A detta dei rumors l’operazione di Telecom Italia, oltre ad una forte impronta industriale, avrà un valore superiore ai 7 miliardi di euro. Tra i migliori di seduta da segnalare infine Mediaset che ha mostrato un balzo del 3,90% a 3,03 euro.