1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude l’ottava in ribasso. Maglia nera Mediolanum, bene Fiat -1

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso l’ottava in deciso ribasso. Intanto altre nubi nere all’orizzonte per gli Usa. Anche Standard & Poor’s ha messo sotto osservazione il rating sul debito sovrano statunitense, a 24 ore di distanza dalla mossa di Moody’s. Il rating a lungo termine tripla A indicato da S&P potrebbe essere abbassato nei prossimi 3 mesi se l’amministrazione Obama e il Congresso Usa non saranno capaci di raggiungere una credibile soluzione per alzare il tetto del debito. Dal fronte europeo cattive notizie dal settore auto: il mercato automobilistico europeo sembra infatti avere smarrito la “strada della ripresa” imboccata a maggio. Le immatricolazioni di auto nell’Unione europea sono infatti tornate in territorio negativo nel mese giugno. Fatta eccezione per la Germania, dove le vendite sono rimaste pressoché stabili, tutti i principali mercati del Vecchio continente hanno ceduto il passo, tra cui quello italiano. In questo quadro a Piazza Affari il Ftse Mib ha ceduto l’1,02% a 18.450 punti, mentre il Ftse All Share ha terminato gli scambi a 19.177 punti, scivolando dello 0,95 per cento.
Male il comparto bancario. In flessione dell’1,49% a 1,583 euro Intesa SanPaolo, del 2,10% a 1,21 euro Unicredit, dell’1,37% a 6,125 euro Mediobanca e dell’1,71% a 3,452 euro Ubi. Giù anche Mps (-2,34% a 0,496 euro) nell’ultimo giorno dell’aumento di capitale. Unica nota stonata, insieme a Bpm (+2,35% a 1,526 euro), Banco Popolare che ha guadagnato il 2,20% attestandosi a 1,439 euro, in scia all’imminente piano di maxi fusione. Secondo il Sole 24Ore il piano potrebbe già essere deliberato entro questo weekend, con la riunione straordinaria del consiglio di sorveglianza e del consiglio di gestione. Gli istituti coinvolti sono Popolare di Verona, Popolare di Novara, Popolare di Lodi e Cassa di Risparmio di Lucca Pisa Livorno.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Mercati europei sotto la parità. BCE e BoE sotto i riflettori

Chiusura sotto la parità per le borse europee in scia della debolezza del comparto delle utilities (-2,4%), delle Tlc (-1,3%) e dell’automotive (-1,57%). A penalizzare quest’ultimo settore è stato il warning lanciato dalla tedesca Schaeffler (-10,87%…

MERCATI

Piazza Affari e Borse europee previste fiacche in avvio

E’ atteso un avvio di seduta in moderato calo per Piazza Affari e le Borse europee, dopo un inizio di settimana positivo grazie al comparto bancario che ha festeggiato il salvataggio delle due banche venete. Anche l’agenzia Moody’s ha giudicato l’ope…