1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude negativa una seduta nervosa e volatile -1-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso negativa una giornata particolarmente nervosa e volatile. Sullo sfondo restano le preoccupazioni sulla delicata situazione delle finanze pubbliche di alcuni Paesi dell’Eurozona, mentre Fitch ha messo in guardia la Gran Bretagna perché dovrà affrontare una sfida fiscale molto “impegnativa”. Di contro è stato positivo il dato sulla produzione industriale tedesca di maggio e il governatore della Fed, Ben Bernanke, ha cercato di rassicurare i mercati ribadendo la ripresa “moderata” in atto negli Stati Uniti.

Dopo aver cambiato più volte direzione nel corso della giornata, il Ftse Mib ha ceduto lo 0,47% a 18.542 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato dello 0,56% a quota 19.154. Contrastato il comparto bancario: Intesa SanPaolo ha perso lo 0,86% a 1,968 euro, Popolare di Milano l’1,71% a 3,17 euro, Banco Popolare l’1,03% a 4,09 euro, Monte dei Paschi lo 0,54% a 0,83 euro, Mediobanca lo 0,43% a 5,78 euro. In controtendenza Unicredit (+2,30% a 1,60 euro, miglior titolo del Ftse Mib) e Ubi Banca (+0,90% a 6,76 euro).

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Chiusura di ottava di poco sotto la parità per le borse europee

Grazie a un miglioramento nella seconda parte innescato dalla revisione al rialzo del Pil statunitense del primo trimestre (+1,2%), i listini europei riducono le perdite e chiudono la settimana di poco sotto la parità.

A Londra il Ftse100 ha term…

WALL STREET

Borse Usa partono deboli, l’outlook spinge Big Lots

Dopo aver aggiornato i massimi storici, Wall Street parte debole in vista del weekend lungo a causa del Memorial Day (lunedì prossimo mercati chiusi). Nei primi scambi il Dow Jones segna un rosso dello 0,07% mentre S&P500 e Nasdaq scendono entrambi d…

MERCATI

Banche e oil continuano a penalizzare le borse europee

Rosso di mezzo punto percentuale per l’indice Stoxx 600, penalizzato dalle vendite che stanno colpendo il comparto bancario (-1,31% per l’indice di riferimento), gli energetici (-1,16%) e l’automotive (-0,99%).

All’indomani del meeting dell’Opec …