1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Piazza Affari chiude negativa, dati trimestrali spingono Azimut e Mediolanum. Male Enel ed Eni

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta negativa per Piazza Affari. Il Ftse Mib ha chiuso in calo dello 0,4% a 22.223 punti. Sul mercato si attendono i riscontri in arrivo domani dal mercato del lavoro Usa dopo che ieri Janet Yellen, numero uno della Fed, ha ribadito che già a dicembre è possibile il primo rialzo dei tassi d’interesse dal 2006 se il quadro economico rimarrà in linea con le previsioni.
Tra le big di Piazza Affari spiccano i cali di Enel (-1,52%) che ha pagato il taglio di rating deciso oggi da Goldman Sachs (giudizio passato a sell dal precedente neutral). Male anche Eni (-1,14%) che ha però annunciato una nuova scoperta nell’offshore del Congo con la stima di un potenziale di circa 250-300 milioni di barili di olio equivalente in posto.
Reazione positiva ai riscontri trimestrali per Azimut (+2,67%) che ha annunciato un utile netto consolidato di 208,1 milioni di euro nei primi 9 mesi dell’anno (da 123,8 milioni), livello più alto di sempre per il gruppo guidato da Pietro Giuliani. Lo stesso ad del gruppo ha rimarcato l’intenzione di avere un ruolo nel risiko bancario. Tra le big del risparmio gestito si è mossa bene anche Mediolanum (+3,66%) anch’essa protagonista di conti trimestrali in buona crescita (+26% a 311 mln nei primi 9 mesi 2015).
Affossata dalle vendite invece Prysmian (-3,18% a 19,51 euro) che nel terzo trimestre ha visto i ricavi in crescita del 6,6%. Sui primi nove mesi del 2015 l’utile netto segna un progresso del 2,6% a 139 milioni di euro. Confermate le aspettative sull’Ebitda adjusted per fine 2015: la società si aspetta un valore nella parte alta del range 590/640 milioni di euro.
Piatta Mediaset (-0,04%) che diffonderà i conti trimestrali il prossimo 10 novembre. Il mercato guarda con particolare attenzione a cosa emergerà sul fronte pay tv dopo i deludenti riscontri diffusi lo scorso mese (+112 mila abbonati). Secondo gli analisti di Saxo la società del Biscione potrebbe pubblicare dei buoni risultati grazie ai positivi rilasci della controllata Mediaset Espana che ha chiuso il trimestre con ricavi pari a 196,1 milioni di euro, in rialzo del 3,1% anno su anno.