1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Piazza Affari chiude in timido rialzo, Atlantia paga dazio dopo rilancio Acs su Abertis

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Giro di boa settimanale senza verve per Piazza Affari. Grazie a un colpo di reni finale l’indice Ftse Mib ha chiuso in lieve rialzo (+0,08% a 23.354 punti) una giornata priva di particolari spunti dal fronte macro. Nessuna novità dalle parole di Draghi che si è tenuto abbottonato in tema di politica monetaria a una settimana dal meeting della Bce del 26 ottobre. Intanto oggi la Corte costituzionale tedesca ha respinto la richiesta avanzata da alcuni politici tedeschi di vietare in via temporanea alla Bundesbank l’acquisto di titoli di stato tedeschi, nell’ambito del piano QE della Bce.

A Piazza Affari sugli scudi Prysmian (+1,88%) in scia alle indiscrezioni riportate da Bloomberg relative a una possibile offerta per la rivale General Cable. Secondo i rumors, il gruppo guidato da Valerio Battista starebbe preparando un’offerta cash che valuterebbe General Cable circa 1,1 miliardi di dollari sulla base di un’offerta di 22,6 dollari per azione (premio del 20% circa rispetto ai livelli a cui viaggiava il titolo General Cable lo scorso 2 ottobre). Nella corsa per conquistare il gruppo americano sarebbero in gara anche Nexans e Nkt.

Seconda parte di giornata con la retromarcia inserita per Atlantia (-1,21%) complice l’arrivo della contro Opa su Abertis da parte di ACS. L’offerta è superiore alle cifre che erano state ipotizzate nei giorni scorsi. Attraverso la sua controllata tedesca Hochtief, la società spagnola attiva nel ramo delle costruzioni che fa capo al presidente del Real Madrid Florentino Perez, ha presentato una proposta per rilevare il 100% di Abertis pari a 18,76 euro per azione. Si tratta di un valore superiore di 2,26 euro rispetto a quella di Atlantia, che è pari a 16,5 euro, e a premio del 6,6% sul valore a cui il titolo Abertis era scambiato, prima che la Consob spagnola ne comunicasse la sospensione. I soci che decideranno di aderire all’offerta di Hochtief, avranno l’opzione di partecipare a uno scambio carta contro parte che è stato fissato a 0,1281 titoli Hochtief per ogni azione Abertis, fino a un massimo di 193,5 milioni di azioni del gruppo spagnolo.

Seduta difficile anche per Yoox Net-a-porter (-2,28% a 32,4 euro) che quest’oogi ha pagato i deboli riscontri arrivati dalla tedesca Zalando, i cui dati preliminari nel terzo trimestre evidenzioano un EBIT adjusted sotto le attese.

Tra le banche si è mosso bene Banco Bpm (+0,97%) che il mercato che ha premiato il titolo dopo l’annuncio della scelta di Cattolica Assicurazioni come futuro partner assicurativo (avviata negoziazione esclusiva di 2 settimane).