1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Piazza Affari chiude in rosso, si salva Terna

QUOTAZIONI Terna
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta nel segno del rosso per Piazza Affari. Le indicazioni arrivate questo pomeriggio dagli Stati Uniti hanno incrinato ancora una volta il sentiment degli operatori della Borsa di Milano. L’indice ISM manifatturiero a novembre si è attestato a quota 50,8 punti, in linea con le attese degli analisti ma in leggerissimo calo rispetto allo stesso dato nel mese precedente, 50,9 punti. L’indice Mibtel ha perso lo 0,35% a 29.732 punti, lo S&P/Mib è arretrato dello 0,40% a 38.820 punti. Sul listino milanese non sono mancati gli spunti interessanti. In mattinata è arrivata la notizia che Saipem (-2,18% a 26,90 euro) si è aggiudicata un nuovo contratto onshore in Qatar in consorzio con la compagnia Sudcoreana Hyundai Engineering & Construction. La commessa prevede la costruzione di impianti per la produzione di urea e ammoniaca nel complesso industriale di Qafco, circa 30 chilometri a sud di Doha, in Qatar. Una notizia accolta positivamente dagli analisti interpellati da Finanza.com che hanno posto l’accento sul fatto che “con un mese di anticipo Saipem ha raggiunto la stima di raccolta ordini 2007 della divisione onshore pari a 5,5 miliardi”. Rimanendo sempre all’interno del settore petrolifero prese di profitto anche per Eni (-0,82% a 24,17 euro) ha continuato a catalizzare l’attenzione dopo che venerdì ha annunciato l’accordo per acquisire la britannica Burren Energy e sull’attesa che si sblocchi la situazione in Kazakistan. Fitti ordini d’acquisto invece su Terna (+1,78% a 2,7225) grazie all’avvio di copertura degli analisti di Morgan Stanley con il rating overweight e prezzo obiettivo a 2,90 euro ritoccando però al rialzo le loro stime di Eps.