Piazza Affari chiude in ribasso, vola FonSai dopo ingresso Groupama in Premafin -2-

Inviato da Redazione il Ven, 29/10/2010 - 17:44
Fondiaria-Sai, rimasta sospesa fino alle 16.30, è subito scattata in testa al listino chiudendo con un balzo del 5,89% a 8,53 euro. A sostenere l'azione l'annuncio che Groupama entrerà in Premafin, che lancerà un aumento di capitale da 225,7 milioni di euro, con una quota di minoranza del 17,9%. Il gruppo francese sottoscriverà nuove azioni Premafin per 115,7 milioni e rileverà tutti i diritti di opzione agli aderenti al Patto per 30 milioni di euro. Dopo l'aumento di capitale, il peso della famiglia Ligresti scenderà al 35,78% dall'attuale 54,96%. La famiglia Ligresti si è impegnata, per un periodo di due anni, a non cedere le loro partecipazioni in Premafin e non cedere il controllo diretto di Fondiaria-Sai. Mediaset ha continuato la corsa guadagnando l'1,53% a 5,30 euro.

Dopo una prima parte di giornata anonima, il titolo Fiat si è portato nell'avanguardia del Ftse Mib chiudendo con un +0,91% a 12,16 euro. Non mancheranno i catalysts nel breve termine per Fiat. Ne sono convinti gli analisti di Goldman Sachs che oggi nel loro report sul settore auto europeo non hanno mancato di rivedere al rialzo le stime su Fiat. La casa d'affari statunitense ha reiterato la raccomandazione buy su Fiat che rimane anche all'interno della Conviction Buy List del broker Usa. Il prezzo obiettivo indicato è salito da 17 a 21 euro. "Continuiamo a ritenere che Fiat offra una interessante opportunità di investimento - si legge nella nota di Goldman Sachs raccolta oggi da Finanza.com - beneficiando di importanti catalysts nel breve termine". In particolare si rimarca come l'imminente demerger tra Fiat Auto e Industrial è un catalizzatore fondamentale per liberare valore nascosto.
COMMENTA LA NOTIZIA