Piazza Affari chiude in ribasso, vola FonSai dopo ingresso Groupama in Premafin -1-

Inviato da Redazione il Ven, 29/10/2010 - 17:43
La Borsa di Milano ha chiuso l'ultima seduta della settimana in moderato ribasso, affossata soprattutto dai titoli del comparto bancario. Tanti gli spunti macro di oggi: la piazza giapponese ha ceduto l'1,75% in scia alla produzione industriale nipponica di settembre, scesa oltre le attese a -1,9%. Niente sorprese dal Pil Usa: la prima lettura ha confermato il +2% previsto dal mercato, mentre la fiducia calcolata dall'Università del Michigan di ottobre si è attestata a 67,7 punti, con un consensus che indicava 67,9 punti. In questo quadro a Piazza Affari il Ftse Mib ha ceduto lo 0,27% a 21.450 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato dello 0,18% a quota 22.048.

Male il comparto bancario. Intesa SanPaolo ha ceduto il 2,32% a 2,527 euro, con il Credit Suisse che ha limato il target price della banca Mi-To a 2,75 da 2,8 euro. Intanto le indiscrezioni riportate oggi da Il Messaggero, dicono che Intesa sarebbe tra i favoriti nella corsa per Polbank, divisione polacca di Efg Eurobank, una delle maggiori banche greche. In corsa ci sarebbero anche Bnp Paribas e gli svizzeri di Raiffeisen. Le offerte vincolanti sono attese entro l'11 novembre. Polbank risulta l'ottavo istituto polacco con 344 filiali e una quota sul mercato domestico del 4,5%. In rosso anche Ubi Banca (-2,88% a 7,58 euro, peggior titolo del Ftse Mib), Banco Popolare (-1,02% a 3,86 euro), Unicredit (-1,32% a 1,873 euro), Popolare di Milano (-0,44% a 3,357 euro) e Monte dei Paschi (-0,30% a 1,01 euro). Prese di beneficio su Mediobanca (-1% a 7,44 euro) dopo i rialzi di ieri favoriti dalla miglior trimestrale degli ultimi 12 mesi.
COMMENTA LA NOTIZIA