1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude in ribasso, vendite sulle banche. Tonfo di Mediaset

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in ribasso risentendo ancora dell’allarme sulla tripla A statunitense lanciato ieri da Fitch. Già nei primi scambi le vendite sono state protagoniste dopo il tonfo di Tokyo, il peggiore degli ultimi 8 mesi in scia al rafforzamento dello yen. Forti richieste dagli investitori esteri, in particolare quelli del Vecchio continente, per il nuovo Btp a 15 anni. Il Tesoro è tornato a offrire il titolo a 15 anni a oltre 2 anni di distanza (settembre 2010) dall’ultima emissione con analoga durata. Sono stati assegnati titoli per 6 miliardi di euro con richieste che hanno superato gli 11 miliardi. Sul fronte macro la produzione industriale Usa di dicembre è cresciuta dello 0,3%, rispettando le attese degli analisti. In questo quadro a Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha ceduto lo 0,88% a 17.314 punti.

Giornata no per i titoli del comparto bancario: Mediobanca ha ceduto il 3,22% a 5,255 euro, Banco Popolare il 2,87% a 1,488 euro, Ubi Banca il 2,44% a 3,844 euro, Unicredit l’1,72% a 4,238 euro, Monte dei Paschi il 2,27% a 0,293 euro, Intesa SanPaolo il 2,07% a 1,465 euro. Tonfo di Mediaset, che ha perso il 4,42% a 1,75 euro, in scia al downgrade di JP Morgan, che ha tagliato il giudizio sul titolo del gruppo di Cologno Monzese a neutral da overweight. Debole Fiat (-2,03% a 4,238 euro) che nel 2012 ha registrato in Europa (Ue27+Efta) un calo del 15,8% delle immatricolazioni a 798.542 con una quota di mercato scesa al 6,4% rispetto al 7% del 2011. Campari (-0,26% a 5,775 euro) ha pagato il downgrade di Nomura. Tra i migliori Tod’s (+2,67% a 99,90 euro) che ha sfruttato la promozione di BofA Merrill Lynch a buy, mentre la maglia rosa è stata indossata da Diasorin con un +3,99% a 28,64 euro.