1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude in ribasso una seduta volatile, Mediaset maglia nera del Ftse Mib

QUOTAZIONI Mediaset S.P.A
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Piazza Affari ha chiuso in ribasso una seduta decisamente volatile. Il listino milanese, partito in negativo, aveva recuperato nel corso della mattinata per poi ripiegare nel pomeriggio arrivando a chiudere con una flessione dello 0,86% a 18.540 punti. L’attenzione degli investitori è già rivolta alle prossime decisioni della Fed, visto che negli ultimi giorni erano emerse voci di un possibile prolungamento del piano mensile di acquisto titoli. Oggi però Richard Fisher, presidente della Fed di Dallas, ha dichiarato che appoggerà la fine del quantitative easing durante la riunione della Fed della prossima settimana. Durante il vertice franco-tedesco a Berlino Wolfgang Schaeuble, ministro delle Finanze della Germania, ha dichiarato che l’Eurozona sta attraversando una fase nella quale l’economia si sta indebolendo.

Tra le banche debole il Montepaschi (-1,87% a 0,835 euro) in scia ai timori sull’esito degli stress test, che saranno pubblicati dalla Bce domenica 26 ottobre. Secondo un articolo di sabato de Il Corriere della Sera, gli stress test condotti dall’Eurotower potrebbero evidenziare per Mps un gap di capitale tra 500 milioni di euro e 1,7 miliardi di euro. Nel settore sono finite in territorio negativo Popolare di Milano (-0,08% a 0,574 euro), Intesa SanPaolo (-0,82% a 2,174 euro) e Unicredit (-0,90% a 5,50 euro). Positive invece Banco Popolare (+0,97% a 11,39 euro) e Mediobanca (+0,87% a 6,355 euro). Tonfo di Mediaset (-4,28% a 2,544 euro) in scia ad un articolo de La Repubblica sugli scenari del mercato televisivo italiano. Secondo il quotidiano, Sky starebbe pensando per il 2015 ad una graduale gratuità per una parte dei suoi canali. Un modello già sperimentato con Cielo che permetterebbe di aumentare la presenza sul digitale terrestre. Seduta negativa anche per Eni che ha lasciato sul parterre il 2,26% a 15,99 euro. Bene invece Enel (+0,32% a 3,662 euro) dopo che Societe Generale l’ha inserita nella sua “premium list” di titoli. Pirelli (+0,47% a 10,57 euro) positiva in scia alla promozione arrivata questa mattina da BofA Merrill Lynch.