Piazza Affari chiude in ribasso, segno meno per gli altri listini europei

Inviato da Flavia Scarano il Ven, 05/10/2012 - 08:58
La Borsa di Milano, dopo una giornata nervosa, chiude la seduta con il segno meno a seguito delle decisioni di BoE e Bce sui tassi d'interesse. A Piazza Affari il Ftse Mib ha chiuso la seduta in calo dello 0,15% a 15.511,25 punti mentre il Ftse All Share si è attestato a 16.403,39% in flessione dello 0,17%. Il comparto bancario ha festeggiato in Borsa il superamento degli stress test. I quattro principali istituti di credito hanno passato l'esame di verifica dei requisiti di capitale imposto dall'Eba con i Core Tier 1 di Intesa Sanpaolo (+1,04% a 1,257 euro), Unicredit (+0,89% a 3,40 euro), Banco Popolare (+1,14% a 1,245 euro) e Ubi Banca (+1,39% a 3,068 euro) attestatisi sopra la soglia richiesta del 9%. Monte dei Paschi (+0,48% a 0,2317 euro) unica bocciata con un Core Tier 1 al 7,20% ma che sarà portato presto al 10,8% grazie allo stanziamento degli aiuti governativi. Bene gli altri titoli: in progresso dello 0,90% a 4,274 euro Mediobanca, dello 0,07% a 0,4287 euro Popolare di Milano e dell'1,74% a 4,436 euro Bper. Tonfo di Fiat Industrial (-2% a 7,82 euro). Secondo alcune indiscrezioni, ci potrebbero essere dei ritardi nella fusione con Cnh. Bene invece Fiat (+2,11% a 4,442 euro) anche se il suo amministratore delegato è stato chiaro: niente investimento né nuovi modelli in Italia prima del 2014. Ha svettato Finmeccanica (+2% a 4,082 euro). Positiva anche Lottomatica (+0,56% a 17,94 euro) dopo che ha annunciato che la controllata Gtech Corporation è stata scelta come potenziale operatore dalla Indiana (Hoosier) Lottery.

Le borse europee hanno chiuso sotto la parità in attesa degli aggiornamenti che oggi arriveranno dal mercato del lavoro a stelle e strisce. Il tedesco Dax ha lasciato sul parterre lo 0,23% a 7.305,21 punti, -0,18% per l'Ibex a 7.812,8 punti e rosso dello 0,14% del Cac40 a 3.401,2. Parità per il Ftse100 (+0,03%) che ha terminato a 5.827,78 punti.
COMMENTA LA NOTIZIA