1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude in ribasso, pesa la debolezza del comparto bancario -2-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le vendite hanno colpito i titoli del compatto bancario, reduce dal rimbalzo sostenuto delle ultime settimane. Oggi, però, sono scattate anche le prese di beneficio: Unicredit ha ceduto il 4,74% a 4,224 euro, Ubi Banca il 4,77% a 3,754 euro, Intesa SanPaolo il 3,55% a 1,52 euro, Popolare di Milano il 2,35% a 0,477 euro, Banco Popolare il 3,74% a 1,363 euro. In controtendenza il Monte dei Paschi che ha guadagnato lo 0,72% a 0,321 euro. Nelle ultime posizioni del Ftse Mib è finita anche Fiat Spa che ha lasciato sul parterre il 3,28% a 4,602 euro. Finmeccanica ha perso il 2,67% a 3,424 euro visto che sembra allontanarsi definitivamente la mega commessa indiana. La separazione di Snam (+0,28% a 3,53 euro) da Eni (-0,87% a 17,08 euro) resta sempre un tema di fortissima attualità. Questa mattina è stato il Sole 24 Ore a rilanciare il tam tam. Il quotidiano di Confindustria ha scritto che un emendamento al decreto liberalizzazioni potrebbe accelerare la separazione proprietaria della rete gas dall’Eni, che dovrebbe essere avviata con un decreto entro maggio e concludersi entro la fine del 2012.