Piazza Affari chiude in ribasso, pesa la debolezza del comparto bancario -1-

Inviato da Alberto Bolis il Ven, 10/02/2012 - 17:45
La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in ribasso pagando la frenata dell'Eurogruppo sul via libera al nuovo piano di aiuti alla Grecia. L'intesa tra governo di Atene e partiti sulle nuove misure di austerity chieste dalla troika (Ue-Bce-Fmi) dovrà essere formalizzata e votata dal Parlamento di Atene. Il presidente dell'Eurogruppo, Jean Claude Juncker, al termine della riunione di ieri ha precisato che il nuovo piano di sostegno da 130 miliardi di euro sarà sufficiente a patto che Atene rispetti tutte le condizioni. Una nuova riunione sull'argomento è stata convocata per mercoledì prossimo. Angela Merkel ha dichiarato che un fallimento rappresenterebbe un rischio incontrollabile. In questo contesto lo spread Btp-Bund è risalito sopra quota 360 punti base. Sul fronte Usa la prima lettura di febbraio della fiducia dell'Università del Michigan si è attestata a 72,5 punti, sotto le attese degli analisti che indicavano 74 punti. In questo quadro a Piazza Affari l'indice Ftse Mib ha ceduto l'1,76% a 16.361 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato dell'1,57% a quota 17.348.
COMMENTA LA NOTIZIA