1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude in ribasso, male Generali dopo piano strategico. Brilla Fiat

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in negativo accelerando al ribasso nella seconda parte di seduta, mentre in mattinata aveva sfruttato la notizia dell’apertura della Cina ad una maggiore quota di investimenti azionari sul proprio mercato azionario. Nel pomeriggio sono aumentate le vendite complice la risalita dello spread sopra quota 260 punti base. A pesare il dato sulla produzione industriale italiana, che a novembre ha mostrato una flessione del 7,6% su base annua e dell’1% rispetto ad ottobre. Questa mattina la Banca d’Italia ha fatto sapere che a novembre il debito pubblico ha toccato il nuovo record a 2.020,7 miliardi di euro, mentre a dicembre il debito dovrebbe tornare sotto la soglia psicologica dei 2.000 miliardi. In questo quadro a Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha mostrato una flessione dello 0,64% a 17.391 punti.

Generali (-3,09% a 14,10 euro) nel giorno della presentazione del piano strategico a Londra. In una nota pubblicata questa mattina il Leone ha fatto sapere di puntare al 2015 ad un utile operativo superiore ai 5 miliardi di euro, ad un indice di Solvency 1 di oltre il 160% e ad una crescita del settore Danni dal 30% al 50% del totale. Deboli le banche dopo i guadagni delle ultime sedute: Ubi Banca ha ceduto l’1,59% a 3,838 euro, Monte dei Paschi l’1,58% a 0,293 euro, Intesa SanPaolo l’1,21% a 1,473 euro, Banco Popolare lo 0,91% a 1,526 euro. In lieve rialzo Popolare di Milano (+0,20% a 0,513 euro) e Unicredit (+0,23% a 4,286 euro). Performance brillante di Fiat (+6,25% a 4,384 euro) che, secondo quanto riportato ieri dal CorSera, sarebbe sul punto di annunciare la creazione di un secondo impianto in Cina. Telecom Italia ha mostrato un progresso del 2,36% a 0,76 euro con gli investitori che sono tornati a scommettere sulla possibilità di un consolidamento dei colossi tlc nel Vecchio Continente.