1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Piazza Affari chiude in ribasso, giù gli altri listini europei

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in ribasso con l’incertezza politica che è destinata a proseguire nel breve termine. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha ceduto l’1,74% a 15.745 punti. Seduta da dimenticare per Enel che ha mostrato un tonfo del 5,98% a 2,612 euro dopo la presentazione dei conti 2012. Male il comparto bancario: Banco Popolare ha ceduto il 5,45% a 1,058 euro, Popolare di Milano il 4,20% a 0,47 euro, Intesa Sanpaolo il 2,30% a 1,231 euro, Unicredit l’1,98% a 3,768 euro. Profondo rosso per Ubi Banca (-6,38% a 3,26 euro) nonostante nel 2012 la banca lombarda abbia realizzato profitti per 82,7 milioni di euro. Giù anche Mediaset (-4,22% a 1,522 euro) dopo che BofA Merrill Lynch ha tagliato le stime 2013 sulla raccolta pubblicitaria italiana da -4,9% a -9% e sulla raccolta del gruppo di Cologno Monzese da -4,8% a -8,8%. Saipem (+2,58% a 23,88 euro) ha proseguito la corsa dopo aver mostrato il giorno prima un balzo di oltre 5 punti percentuali. Tonica anche Lottomatica (+2,72% a 18,12 euro) dopo aver registrato nel 2012 un utile netto di 232 milioni di euro meglio delle attese che indicavano 212 milioni di euro.
Chiusura all’insegna della debolezza anche per gli listini europei. A Madrid l’Ibex ha registrato un rosso dello 0,4% portandosi a 8.498,3 mentre il londinese Ftse100 ha lasciato sul parterre lo 0,45% fermandosi a 6.481,5. Sostanziale parità invece per il Cac40 (-0,1% a 3.836,04) e per il Dax (+0,06% a 7.970,91).