Piazza Affari chiude in ribasso, giù le altre borse europee

Inviato da Flavia Scarano il Mar, 27/11/2012 - 08:52
La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in ribasso con l'indice Ftse Mib che ha ceduto lo 0,74% a 15.520 punti. Tra i peggiori sul paniere principale Prysmian (-2,03% a 14,45 euro), con gli analisti di Mediobanca che hanno tagliato il giudizio sul titolo del gruppo dei cavi a neutral da outperform, e Fiat Industrial (-3,06% a 8,25 euro), nonostante la firma dell'accordo definitivo sulla fusione con CNH. Eni ha perso l'1,22% a 17,80 euro. Debole anche Snam (-0,58% a 3,40 euro) con gli analisti di Credit Suisse che hanno confermato la loro visione neutrale sul titolo. Debole il comparto bancario, che oggi è finito sotto la lente di Societe Generale e Nomura: Banco Popolare ha ceduto l'1,83% a 1,128 euro, Intesa SanPaolo l'1,10% a 1,258 euro, Ubi Banca l'1,20% a 2,792 euro, Unicredit lo 0,90% a 3,52 euro, Popolare di Milano lo 0,18% a 0,383 euro. In controtendenza il Monte dei Paschi che ha mostrato un progresso dello 0,25% a 0,201 euro. A2A (+4,66% a 0,406 euro) ha svettato con decisione sul paniere principale dopo aver collocato con successo venerdì un prestito obbligazionario riservato a investitori istituzionali per 750 milioni di euro.

Inizio di ottava con il segno meno anche per gli listini europei. Il tedesco Dax ha terminato con un rosso dello 0,23% portandosi a 7.292,03 e l'Ibex è sceso dello 0,44% a 7.874,8 punti. -0,56% invece per il londinese Ftse100 e -0,79% del Cac40 con i due indici che si fermano rispettivamente a 5.786,72 e a 3.500,94 punti.
COMMENTA LA NOTIZIA