Piazza Affari chiude in ribasso, giù anche gli altri listini europei

Inviato da Flavia Scarano il Ven, 21/09/2012 - 08:53
La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in ribasso, affossata dalle vendite che hanno colpito soprattutto il comparto bancario. A Piazza Affari l'indice Ftse Mib ha ceduto l'1,68% a 15.830 punti. Monte dei Paschi ha ceduto il 5,32% a 0,235 euro, Popolare di Milano il 4,10% a 0,43 euro, Banco Popolare il 4,37% a 1,203 euro, Ubi Banca il 2,17% a 3,068 euro, Intesa SanPaolo il 3,39% a 1,225 euro, Unicredit il 3,11% a 3,432 euro. Mediobanca (-3,55% a 4,076 euro), che in mattinata viaggiava in testa al Ftse Mib, ha virato al ribasso in scia all'uscita dei conti dell'esercizio 2011-2012. Pirelli ha lasciato sul parterre il 3,20% a 8,935 euro pagando la bocciatura da parte di Citigroup. Ancora debole Mediaset (-2,10% a 1,682 euro), mentre Fiat ha ceduto il 2,32% a 4,542 euro. Enel (invariata a 2,98 euro) ha limitato i danni con Societe Generale che ha avviato la copertura sul titolo del colosso elettrico con rating buy e target price a 3,5 euro. La maglia rosa di giornata l'ha indossata Lottomatica con un rialzo del 2,04% a 17,04 euro.

Chiusura in ribasso anche per gli altri listini del Vecchio continente. Lo spagnolo Ibex ha chiuso in calo di quasi un punto percentuale (-0,95%) a 8.022,1 punti, rosso dello 0,62% per il Cac40 a 3.509,92 punti e -0,57% per il Ftse100 che scende a 3.854,64. Parità per il Dax (-0,02%) a 7.389,49.
COMMENTA LA NOTIZIA