1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude in ribasso, Ftse Mib sotto 18.000 punti. Tonfo di Mediolanum

QUOTAZIONI Diasorin
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Piazza Affari ha chiuso in ribasso in scia alla debolezza di Wall Street dove aumentano i timori per un inizio anticipato del tapering da parte della Federal Reserve. L’appuntamento clou è fissato per la settimana prossima quando si riunirà il Fomc, il braccio monetario della Banca centrale Usa. Questa mattina il Tesoro ha collocato 5,5 miliardi di euro di Bot a 12 mesi con un rendimento in lieve rialzo rispetto ai minimi storici. Sul secondario lo spread Btp-Bund è rimasto sotto la soglia dei 225 punti base, livello minimo dal luglio 2011, mentre a Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha ceduto l’1,44% a 17.973 punti. Questa mattina il premier Enrico Letta ha dichiarato in Parlamento che l’obiettivo per il 2015 è una crescita pari al 2%, mentre per il prossimo anno è previsto il ritorno del segno più davanti al Pil.

Tonfo di Mediolanum (-6,85% a 5,98 euro) che ha pagato la cessione di una quota del 5,61% da parte di Fininvest. Seduta decisamente negativa anche per Telecom Italia che ha lasciato sul parterre il 3,25% a 0,67 euro. Eni ha perso il 2,12% a 16,59 euro in scia alla bocciatura arrivata questa mattina da Deutsche Bank. Le vendite hanno colpito il comparto bancario: Popolare di Milano ha ceduto l’1,86% a 0,422 euro, Mediobanca il 2,29% a 5,98 euro, Ubi Banca l’1,28% a 4,772 euro, Intesa SanPaolo l’1,35% a 1,677 euro, Unicredit l’1,35% a 5,11 euro. In negativo anche il Montepaschi (-1,16% a 0,17 euro) dopo due sedute positive in scia all’ipotesi di uno slittamento dell’aumento di capitale da 3 miliardi di euro, che dovrà essere approvato dall’assemblea del 27-28 dicembre. Seduta difficile anche per Diasorin (-2,81% a 32,83 euro) dopo che il London Stock Exchange, a cui fa capo Borsa Italiana, ha reso noto che dal prossimo 23 dicembre Diasorin e Parmalat usciranno dall’indice Ftse Mib per far spazio all’ingresso di Yoox. Di contro sul Ftse Mib ha viaggiato in controtendenza Ferragamo che ha mostrato un progresso dello 0,14% a 28,28 euro.