Piazza Affari chiude in ribasso, Ftse Mib cede oltre l'1%. Giù banche e Generali -1-

Inviato da Alberto Bolis il Mer, 21/03/2012 - 17:41
La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in ribasso registrando la peggiore performance tra le principali piazze finanziarie del Vecchio Continente. La Federal Reserve ha fatto sapere di continuare a monitorare la crisi europea del debito pubblico, non considerando però l'ipotesi di acquistare i bond dei Paesi in difficoltà. Sotto le attese il dato sulle vendite di case esistenti negli Usa, che a febbraio hanno mostrato un calo a 4,59 milioni di unità dalle precedenti 4,63 milioni. Notizie importanti sono arrivate anche dalla Gran Bretagna. Il ministro delle Finanze, George Osborne, ha annunciato che dall'aprile 2013 l'aliquota fiscale più elevata, oggi al 50%, scenderà al 45%. In calo, e questa volta da subito, anche la tassa sulle aziende che dal 26% passa al 24%. Nel 2014 la corporate tax scenderà ulteriormente, attestandosi al 22%. In questo quadro a Piazza Affari l'indice Ftse Mib ha ceduto l'1,29% a 16.734 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato dell'1,18% a quota 17.760.
COMMENTA LA NOTIZIA