1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude in ribasso, Fiat in retromarcia. Bene Parmalat -2-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Parmalat ha guadagnato l’1,33% a 2,596 euro nel giorno in cui il Cda dovrà valutare l’offerta dei francesi di Lactalis. Non è detto che verrà nominato un advisor per valutare la congruità dell’offerta, ossia se il prezzo è giusto, ma è possibile che i consiglieri decidano di farlo in un secondo momento. In agenda è già stata fissata anche un’altra riunione del Cda per il 12 maggio chiamata ad approvare la trimestrale. Ad ogni modo in pole position ci sarebbero due banche: l’americana Morgan Stanley che da tre anni è il broker di Parmalat e Mediobanca. Dietro le quinte a Collecchio si lavora no stop. Secondo l’ultimo tam tam di mercato, Enrico Bondi nelle ultime ore avrebbe fatto intendere che sta valutando la possibilità di fare alzare l’offerta al prezzo pagato dai francesi per rilevare il 15,3% dei tre fondi esteri, ossia di chiedere che sia portato a 2,8 euro per azione. Un nuovo colpo di scena che se dovesse diventare da ipotesi di scuola a realtà potrebbe rallentare i tempi dell’offerta.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Chiusura di ottava di poco sotto la parità per le borse europee

Grazie a un miglioramento nella seconda parte innescato dalla revisione al rialzo del Pil statunitense del primo trimestre (+1,2%), i listini europei riducono le perdite e chiudono la settimana di poco sotto la parità.

A Londra il Ftse100 ha term…

WALL STREET

Borse Usa partono deboli, l’outlook spinge Big Lots

Dopo aver aggiornato i massimi storici, Wall Street parte debole in vista del weekend lungo a causa del Memorial Day (lunedì prossimo mercati chiusi). Nei primi scambi il Dow Jones segna un rosso dello 0,07% mentre S&P500 e Nasdaq scendono entrambi d…

MERCATI

Banche e oil continuano a penalizzare le borse europee

Rosso di mezzo punto percentuale per l’indice Stoxx 600, penalizzato dalle vendite che stanno colpendo il comparto bancario (-1,31% per l’indice di riferimento), gli energetici (-1,16%) e l’automotive (-0,99%).

All’indomani del meeting dell’Opec …