1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude in ribasso, Eni sotto pressione. Volano Banco Popolare e Mps -1-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in ribasso all’indomani delle nuove stime economiche del Fmi che vedono l’Eurozona in piena recessione nel 2012. Dopo un inizio di seduta positivo, con l’indice Ftse Mib che era riuscito a ritornare sopra la soglia dei 16.000 punti, il listino milanese ha virato in rosso complice la risalita dello spread Btp-Bund. Mario Draghi ha dichiarato questa mattina che è necessario proseguire sulla strada delle riforme o si rischia una deriva pericolosa. Il governatore della Bce ha inoltre messo in luce l’inadeguatezza della governance europea. Durante il suo intervento a Palazzo Madama, il premier Monti si è mostrato ottimista sostenendo che “il quadro è in evoluzione” ma “i contorni per una via d’uscita dalla crisi cominciano a prendere forma”. A livello macro da segnalare che l’Ifo tedesco sul clima degli affari a gennaio si è attestato a 108,3 punti, oltre le attese che indicavano 107,5 punti. In questo quadro a Piazza Affari il Ftse Mib ha ceduto lo 0,56% a 15.840 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato dello 0,59% a quota 16.770.