Piazza Affari chiude in ribasso, banche sotto pressione. Lottomatica maglia rosa -2-

Inviato da Alberto Bolis il Ven, 09/03/2012 - 17:43
Diasorin è scivolata sul fondo del paniere principale con un tonfo del 7,85% a 20,20 euro dopo la pubblicazione dei conti dell'esercizio 2011. Le vendite hanno inoltre colpito i titoli del comparto bancario: Monte dei Paschi ha ceduto il 5,22% a 0,401 euro, Banco Popolare il 3,86% a 1,569 euro, Popolare di Milano il 3,64% a 0,503 euro, Intesa SanPaolo il 2,93% a 1,459 euro, Unicredit il 3,04% a 3,952 euro. Grandi manovre sul titolo Mediobanca (-3,59% a 4,726 euro). Quando alla chiusura mancava circa un'ora e mezza erano stati scambiati oltre 21 milioni di titoli di piazzetta Cuccia, pari a circa 4 volte la media giornaliera registrata negli ultimi 30 giorni (5,51 milioni). Enel (-1,54% a 2,822 euro) è rimasta sotto pressione all'indomani della presentazione del piano industriale 2012-2016 e del taglio della politica di dividendi. Lottomatica ha svettato sul Ftse Mib con un balzo del 5,30% a 14,10 euro. Il titolo è stato sostenuto dai risultati dell'esercizio 2011 e dalle stime per l'anno in corso. Gli acquisti hanno premiato anche Finmeccanica (+1,32% a 3,674 euro) in scia alle indiscrezioni di stampa secondo cui l'Ipo sarebbe nuovamente una delle opzioni per la valorizzazione di Avio, di cui Finmeccanica detiene il 14% del capitale.
COMMENTA LA NOTIZIA