Piazza Affari chiude in rialzo, volano Banco Popolare e Intesa dopo stress test -1-

Inviato da Redazione il Lun, 26/07/2010 - 17:48
Quotazione: UNICREDIT GROUP
Quotazione: INTESA SAN PAOLO
Quotazione: BANCO POPOLARE
La Borsa di Milano ha chiuso in rialzo spinta soprattutto dall'andamento di Wall Street e dal dato sulla vendita di nuove case negli Stati Uniti a giugno, salito oltre le attese del 23,6%. La svolta, quindi, è arrivata alle 16.00 dopo una giornata trascorsa appena sotto la linea della parità, appesantita dai dubbi post stress test. Il mercato non ha risentito invece del crollo dell'indice sull'attività manifatturiera di Dallas, scivolato nel mese di luglio a -21%. La settimana sarà caratterizzata dai conti societari e dal Pil statunitense del secondo trimestre, in uscita venerdì e visto a +2,5% su base annua. In questo quadro a Piazza Affari il Ftse Mib ha guadagnato l'1,05% a 20.819 punti (massimo di seduta 20.835 punti), mentre il Ftse All Share è avanzato dello 0,98% a quota 21.285.

Banche protagoniste in Borsa dopo l'esito positivo degli stress test su 91 banche europee, pubblicati venerdì scorso a mercati chiusi. Le prove di resistenza hanno visto bocciati solo 7 istituti: cinque spagnoli, uno tedesco e uno greco. Promosse le cinque banche italiane sotto esame, ovvero Unicredit, Intesa SanPaolo, Monte dei Paschi, Banco Popolare e Ubi Banca. Il mercato però ha cominciato a dubitare della metodologia utilizzata per gli stress test, considerata troppo blanda. Alcuni analisti, infatti, scommettono che ora l'attenzione si sposterà sulle 17 banche che hanno registrato un Core tier 1 post-stress tra il 6 e il 7%. A Piazza Affari sono volate Banco Popolare (+4,36% a 4,78 euro, miglior titolo del Ftse Mib) e Intesa (+4,06% a 2,50 euro), quest'ultima risultata la migliore con un Core tier 1 all'8,2% dopo le prove di resistenza. Bene anche Mps (+1,72% a 0,978 euro) e Popolare di Milano (+2,42% a 3,91 euro). Più contenuti, invece, i guadagni di Unicredit (+0,37% a 2,047 euro) e Ubi Banca (+0,56% a 8,04 euro).
COMMENTA LA NOTIZIA