1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude in rialzo l’ultima seduta della settimana -1-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in rialzo riducendo i guadagni nell’ultima parte di scambi a causa del debole andamento di Wall Street. I dati sul mercato del lavoro Usa relativi al mese di gennaio hanno mostrato un risultato in chiaroscuro: il tasso di disoccupazione è sceso al 9% dal precedente 9,5%, meglio delle previsioni e sui minimi dall’aprile 2009. Hanno invece deluso le attese le nonfarm payrolls in scia alle avverse condizioni climatiche. Sono stati creati 36 mila posti di lavoro negli Stati Uniti, la performance più debole degli ultimi 4 mesi. E così a Piazza Affari il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,78% a 22.618 punti, mentre il Ftse All Share è avanzato dello 0,71% a quota 23.201.

Balzo di Prysmian (+3,48% a 15,46 euro) nel giorno che ha certificato il pieno di adesioni per l’Opas promossa dal gruppo italiano dei cavi sull’olandese Draka. Al termine del periodo di offerta, infatti, ha detto sì alla proposta il 90,4% del capitale di Draka. “Ci sembra un buon risultato, superiore alla soglia dell’85% richiesta da Prysmian per andare avanti con l’operazione”, hanno segnalato gli analisti di Equita nel report odierno, confermando la raccomandazione buy con target price a 16 euro. Eni ha guadagnato lo 0,78% a 18,13 euro in scia alla promozione di Jp Morgan che ha portato il rating del colosso oil a overweight da neutral, alzando il target price a 21 euro da 17 euro. L’upgrade della banca d’affari statunitense riflette la potenziale ristrutturazione degli asset. “Crediamo che la cessione della quota di Eni in Galp è il primo step nella storia di ristrutturazione”, ha scritto il broker nella nota odierna, sottolineando “la valutazione attraente e il dividend yeld al 5,8% previsto per il 2011, il più alto del settore”.