1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude in rialzo snobbando S&P, acquisti sulla galassia Agnelli. Vola Stm -1-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in rialzo snobbando la scure di S&P che venerdì sera si è abbattuta sull’Eurozona. L’agenzia di rating Usa ha messo in pratica il creditwatch dello scorso 5 dicembre tagliando il giudizio sul debito di ben 9 Paesi, tra cui la Francia e l’Austria che hanno perso la tripla A. Bocciatura anche per Italia (di due gradini da A a BBB+), che per la prima volta nella sua storia ha perso il giudizio A, Spagna e Portogallo. Si salva la Germania. L’Eurogruppo ha subito fatto sapere che si impegnerà a garantire la tripla A al Fondo salva-Stati europeo (EFSF). Il listino milanese ha aumentato i guadagni dopo che il Tesoro francese ha collocato 4,5 miliardi di euro di titoli di Stato a 12 settimane ad un rendimento medio dello 0,165%, in calo rispetto allo 0,167% registrato lunedì scorso dai bond a 13 settimane. La Bce ha fatto sapere che la scorsa settimana ha acquistato bond sul secondario per 3,76 miliardi di euro, triplicando gli acquisti dell’ottava precedente. In questo quadro a Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha guadagnato l’1,40% a 15.220 punti, mentre il Ftse All Share è avanzato dell’1,16% a quota 16.036.