1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude in rialzo, positive le banche. Brillante Telecom Italia

QUOTAZIONI Snam
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Piazza Affari ha chiuso in rialzo, snobbando il debole andamento di Wall Street, con l’indice Ftse Mib che ha guadagnato lo 0,85% a 21.586 punti. Sul secondario lo spread Btp-Bund è sceso sotto quota 160 punti base. Dopo i Ctz di ieri questa mattina il Tesoro ha collocato 6,5 miliardi di euro di Bot a 6 mesi con un rendimento dello 0,492%, in ribasso dallo 0,594% precedente e vicino ai minimi storici (0,455%) toccati in febbraio. Domani spazio ai Btp a 5 e 10 anni per un importo massimo di 5,75 miliardi di euro. Sempre domani sarà da monitorare la seconda lettura del Pil statunitense relativo al primo trimestre. Oggi invece l’Istat ha pubblicato il Rapporto Annuale che per il 2014 prevede un Pil tricolore in crescita dello 0,6%, che dovrebbe prendere ritmo prima nel 2015 (+1%) e poi nel 2016 (+1,4%).

Positivo il comparto bancario: Banco Popolare ha guadagnato il 2,47% a 13,69 euro, Popolare dell’Emilia Romagna l’1,67% a 8,205 euro, Intesa SanPaolo l’1,92% a 2,436 euro, Ubi Banca il 2,71% a 6,62 euro, Unicredit l’1,27% a 6,36 euro, Mediobanca lo 0,55% a 7,225 euro. In controtendenza la Popolare di Milano che ha lasciato sul parterre lo 0,45% a 0,657 euro. Telecom Italia (+3,96% a 0,905 euro) ha festeggiato l’entrata nella “convinction buy list” di Goldman Sachs. Tra i migliori sul Ftse Mib da segnalare la brillante performance di Autogrill che ha mostrato un progresso del 4,22% a 7,025 euro. Mediaset (+0,60% a 3,642 euro) sotto i riflettori dopo le indiscrezioni de Il Sole 24 Ore secondo cui il Biscione avrebbe intenzione di acquistare per intero la pay tv spagnola Digital+ mettendo sul piatto circa 750-800 milioni di euro, superando così i 720 milioni offerti da Telefonica. Debolezza su Snam (-0,23% a 4,272 euro) e Terna (-0,30% a 3,864 euro) con Goldman Sachs che su entrambe ha ridotto i target price.