Piazza Affari chiude in rialzo, nuovi contratti per EGP, Saipem e Finmeccanica

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in territorio positivo con gli investitori fiduciosi che lunedì l’Eurogruppo e il Fondo monetario raggiungano un accordo sugli aiuti alla Grecia. Il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, ha dichiarato oggi che la Germania non sarebbe in grado di fornire ulteriori aiuti alla Grecia qualora si procedesse a un nuovo haircut del debito ellenico. Il mercato ha inoltre apprezzato il buon esito dell’asta spagnolo, con il Tesoro di Madrid che ha piazzato titoli per 3,88 miliardi di euro con rendimenti in calo. Con Wall Street chiusa per la Festa del Ringraziamento dagli Stati Uniti non sono arrivati né spunti societari né indicazioni macro. In questo quadro a Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha chiuso con un rialzo dell’1,03% a 15.553 punti.

Tra i migliori di seduta Mediaset (+3,89% a 1,309 euro) e Buzzi Unicem (+4,71% a 9,11 euro). Il gruppo del cemento ha beneficiato del riavvio della copertura da parte di Bernstein con giudizio outperform e con target price fissato a 11,1 euro. Bene Enel Green Power (+2,05% a 1,293 euro) che si è aggiudicata la gara pubblica bandita dall’ente elettrico del governo messicano per la realizzazione di un impianto eolico da 102 MW. Acquisti su Saipem (+1,84% a 33,12 euro) che ha firmato un nuovo contratto in Messico e ha negoziato variazioni nello scopo del lavoro di un contratto E&C Onshore in Australia, per un valore totale di oltre 800 milioni di dollari. Positiva anche Finmeccanica (+2,08% a 3,828 euro) che si è aggiudicata nuovi ordini per un ammontare complessivo pari a circa 130 milioni di euro. La discesa dello spread in area 335 punti ha favorito gli acquisti sui titoli del comparto bancario: Banco Popolare ha guadagnato il 2,41% a 1,149 euro, Unicredit l’1,73% a 3,538 euro, Monte dei Paschi l’1% a 0,201 euro, Ubi Banca l’1,59% a 2,81 euro, Intesa SanPaolo lo 0,80% a 1,259 euro, Popolare di Milano lo 0,53% a 0,38 euro.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Borse europee caute, indicazioni deludenti dal Pil a stelle e strisce

Chiusura di settimana all’insegna della debolezza per le borse europee. A Londra il Ftse100 ha terminato a 7.203,94 punti, lo 0,46% in meno rispetto al dato precedente, il Dax si è fermato a 12.438,01 (-0,05%) e il Cac40 a 5.267,33 (-0,08%). Sopra la…

USA

Wall Street si muove incerta dopo dato deludente Pil

Wall Street si muove incerta dopo il deludente dato sul Pil che nel primo trimestre è cresciuto al ritmo più debole degli ultimi tre anni. L’indice Dow Jones scivola dello 0,12%, l’S&P500 segna un -0,06% e il Nasdaq sale dello 0,08%. …

Borse europee aprono poco mosse all’indomani della Bce

Le Borse europee hanno aperto poco mosse all’indomani della Bce che ha confermato la sua politica monetaria. Dall’Eurotower non sono arrivati per la verità spunti di rilievo in vista dell’incontro dell’8 giugno in cui saranno presentate le previsioni…

Borsa di Tokyo chiude in moderato calo

La Borsa di Tokyo ha chiuso in moderato calo, con gli investitori che si muovono più cauti dopo l’euforia di inizio settimana. L’indice Nikkei ha terminato in ribasso dello 0,29%, a 19.196,74 punti e il Topix ha ceduto lo 0,32% a 1.531,80 punti. Dive…