Piazza Affari chiude in rialzo, miste le altre piazze europee

Inviato da Flavia Scarano il Mar, 29/01/2013 - 09:02
La Borsa di Milano ha chiuso in rialzo aumentando i guadagni dopo il dato sugli ordini di beni durevoli negli Stati Uniti. A favorire gli acquisti anche la decisione di Fitch di rimuovere il rischio di breve termine che pendeva sulla tripla A statunitense. A Piazza Affari l'indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,96% a 17.897 punti. Gli acquisti hanno premiato i titoli del comparto bancario: Banco Popolare ha guadagnato il 3,37% a 1,563 euro, Intesa SanPaolo il 2,62% a 1,525 euro, Mediobanca l'1,91% a 5,595 euro, Unicredit l'1,84% a 4,758 euro, Ubi Banca l'1,49% a 3,95 euro. Il Monte dei Paschi ha diminuito la spinta rialzista nel pomeriggio arrivando a chiudere con un +0,65% a 0,261 euro. A2A ha svettato sul paniere principale con un balzo del 5,94% a 0,479 euro dopo la lettera all'investitore pubblicata su Il Sole 24 Ore che indica per il 2012 un Ebitda di oltre 1,03 miliardi di euro e un debito tra 4,5 e 4,6 miliardi. Mediolanum ha mostrato un progresso del 4,52% a 4,714 euro in scia all'upgrade di Deutsche Bank che ha alzato il giudizio sul gruppo di Ennio Doris a buy. Tra i finanziari acquisti anche su Generali che ha guadagnato lo 0,99% a 14,25 euro. Bene Fiat (+2,25% a 4,72 euro) che mercoledì diffonderà i conti del 2012. Gli analisti prevedono per il Lingotto un utile netto 2012 pari a 1,3 miliardi di euro.

Miste le altre borse del Vecchio continente. A Madrid l'Ibex ha terminato con un rosso dello 0,6% portandosi a 8.672,5 punti mentre il tedesco Dax ha chiuso in calo dello 0,32% a 7.833. Lieve segno più per il Cac40 (+0,07% a 3.780,89) e per il Ftse100 (+0,16% a 6.294,41 punti).
COMMENTA LA NOTIZIA