1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude in rialzo ma perde slancio nel finale di seduta -1-

QUOTAZIONI Banco Bpm
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso in rialzo grazie alle indicazioni positive arrivate nel pomeriggio dagli Stati Uniti, che hanno in parte scacciato i timori su Spagna e Irlanda. Nei primi scambi di giornata il listino milanese ha pagato il downgrade di Moody’s su Madrid e il maxi piano di salvataggio (fino a 34 miliardi di euro) annunciato dal governo di Dublino per evitare il crack di Anglo Irish Bank. La spinta al rialzo è arrivata nel primo pomeriggio: il Pil Usa del secondo trimestre è stato rivisto al rialzo a +1,7% e le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione sono scese a 453 mila, battendo le attese degli analisti che indicavano 460 mila. E così a Piazza Affari il Ftse Mib, che ha perso però slancio nel finale di seduta, ha guadagnato lo 0,65% a 20.505 punti, mentre il Ftse All Share è avanzato dello 0,55% a quota 21.098.

Si è ripreso il comparto bancario dopo la sofferenza delle ultime sedute. Unicredit è balzata dell’1,74% a 1,873 euro con Federico Ghizzoni che diventa il nuovo amministratore delegato dell’istituto di piazza Cordusio, mentre il Banco Popolare (-1,46% a 4,39 euro) è scivolato ancora sul fondo del listino dopo aver perso ieri oltre il 4%. Nella serata di ieri, l’istituto scaligero ha smentito le ipotesi di un aumento di capitale e della cessione di asset core (Creberg e Casse toscane), precisando che l’unica vendita imminente riguarda la Cassa di risparmio di Pescara. Bene anche Popolare di Milano (+1,67% a 3,50 euro), Intesa SanPaolo (+0,63% a 2,38 euro), Ubi Banca (+2,38% a 7,11 euro) e Monte dei Paschi (+0,20% a 1,016 euro).